A Sanremo arriva anche la canzone in arabo

A Sanremo arriva anche la canzone in arabo. In gara alla kermesse che prenderà il via il prossimo 5 febbraio, c’è anche la “Soldi” di Mahmood, nome d’arte di Alessandro Mahmoud, rapper nato a Milano, 24 anni, di madre italiana e padre egiziano.Nel testo della canzone che tratta la storia di chi è nato e cresciuto in periferia, ci sono alcune parole in arabo come “Ualadì”, “habibi” (“figlio mio”, “tesoro mio”).

La canzone di fatto affronta una delle tematiche tipiche del rap come ad esempio il racconto della periferia da parte delle seconde generazioni. Il testo di Mahmood ha al centro il denaro, il rapporto con la povertà e i disagi di chi vive nelle gradi aree dimenticate delle periferie. Ma c’è spazio anche per il racconto di un padre assente, che non torna, e che viene ricordato nel sound arabo della seconda parte del brano. Di fatto la presenza di un testo con parole in arabo è probabilmente una novità che farà discutere il pubblico. Un tempo Sanremo aveva un sottotitolo: “Festival della canzone italiana…”.

(Visited 15 times, 1 visits today)