ARRIVA ARTONAUTI, L’ALBUM DI FIGURINE DEDICATO ALLA STORIA DELL’ARTE

L’album delle figurine è un pezzo della memoria collettiva: quello dei calciatori, che ha fatto la fortuna del gruppo Panini, ma anche cartoni animati e serie tv.

Un cimelio vintage? Niente affatto: il terzo millennio rilancia la passione per le figurine con Artonauti , il primo album di figurine dedicato alla storia dell’arte in Italia e nel mondo, che uscirà nelle edicole dal 15 marzo 2019.

Un progetto interessante, che sfrutta l’onda di nostalgia che ha trasformato la figurina in feticcio, capace di mantenere il suo fascino anche in una realtà bombardata dalle immagini e dal virtuale, da giochi con ritmi veloci e dinamiche sociali molto differenti da quelle lente e pazienti di una collezione di figurine.

image

Courtesy Photo

Pensato per bambini dai 7 agli 11 anni, l’album di figurine sarà un condensato in 64 pagine di storie, aneddoti, informazioni, indovinelli e curiosità che partono dalla preistoria, con i graffiti nelle grotte di Lascaux, per arrivare fino alle avanguardie del Novecento, passando per l’arte egizia, la statuaria greca, l’Impero Romano, il Medioevo, il Rinascimento, il Barocco, il Neoclassicismo, l’Impressionismo e l’Espressionismo.

Ad accompagnare i bambini nel viaggio alla scoperta della storia dell’arte e dei suoi protagonisti saranno due bambini Ale e Morgana, con il loro cane Argo.

“Scambiandosi le figurine i bambini memorizzano e riconoscono le opere e gli artisti che le hanno prodotte a partire dai particolari raffigurati” spiegano sul sito Daniela Re, insegnante specializzata in riabilitazione e potenziamento cognitivo, e Marco Tatarella, editore di 22Publishing, che insieme hanno fondato Wizart S.r.l.i.s., un’impresa sociale no profit, che con Artonauti ha vinto la quarta edizione del bando Innovazione Culturale di Fondazione Cariplo.

Sulla carta, l’album di figurine Artonauti è un progetto intelligente e interessante, resta solo un punto di domanda: ai bambini piacerà ancora andare in edicola, comprare i pacchetti di figurine e passare l’intervallo a scambiarsi Michelangelo con Giotto, o Ronaldo con Messi?


(Visited 12 times, 1 visits today)