Cesare Battisti in Italia, l’arrivo a Ciampino

A Roma l’aereo con a bordo l’ex terrorista arrestato in Bolivia – di Rinaldo Frignani, Nino Luca e Fabrizio Roncone /CorriereTV
Cesare Battisti è in Italia dopo che la sua fuga è terminata in Bolivia, dove è stato arrestato. Ad attenderlo all’aeroporto di Ciampino i ministri dell’Interno Salvini e della Giustizia Bonafede. Subito dopo aver toccato terra, l’ex terrorista dei Pac, condannato all’ergastolo per quattro omicidi e mai pentito, sarà preso in consegna dagli uomini del gruppo operativo mobile della polizia penitenziaria, che lo porteranno nel carcere romano di Rebibbia. «Con il rientro diretto in Italia dalla Bolivia viene meno l’accordo fatto dal mio predecessore con il Brasile, cioè l’estradizione per trent’anni di carcere – ha spiegato il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede -. Quindi verrà a scontare l’ergastolo». A quanto si è appreso, è un Falcon 900 del Governo italiano, l’aereo che sta riportando a Roma l’ex terrorista. Battisti dovrebbe rimanere in cella a Rebibbia in isolamento per sei mesi, per poi, su decisione del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, essere trasferito in un altro carcere italiano, uno di quelli di massima sicurezza. Lo hanno fatto sapere fonti del Dap, ipotizzando che l’ex terrorista probabilmente sconterà la pena dell’ergastolo in un istituto penitenziario italiano ancora però da individuare.
(Visited 18 times, 2 visits today)