HORROR VACUI: È IL TITOLO DI UN COMIZIO ELETTORALE IN SICILIA


HORROR VACUI:
È IL TITOLO DI UN
COMIZIO ELETTORALE IN SICILIA
AIDONE (EN). IL CANDIDATO SINDACO DEL CENTRODESTRA NINO COSTANZO INTITOLA “HORROR VACUI” IL SUO COMIZIO IN PROGRAMMA SABATO 13 APRILE ALLE 19:00 IN PIAZZA CORDOVA
«“Horror vacui” è una locuzione latina che significa letteralmente “terrore del vuoto”. E nell’arte definisce l’atto di riempire completamente l’intera superficie di un’opera. Sono convinto che queste due parole sintetizzano perfettamente il nostro programma politico – ha dichiarato il professore Costanzo – e vinte le elezioni la mia Giunta procederà sulle orme dell’etica pubblica di Ernesto Nathan, giacché ad Aidone come in tutt’Italia vi sono due tipi di politici: c’è il politico democratico (bene!) e c’è il politico aristocratico. Tra i politici e amministratori attuali vi sono gli aristocratici nel comportamento, in quanto si sentono superiori: dunque lotta alla timocrazia, ossia il governo degli ambiziosi, a qualsiasi livello.
Lotteremo per le ragazze e i ragazzi, punteremo al lavoro attraverso il turismo, l’arte e il commercio, per la vita, la gioia e il divertimento di tutti. Le pietre che cantano sono tutte qui ad Aidone: Morgantina, Palazzi, Chiese e Monumenti. Tutto è stato detto ma nulla è stato fatto: così si spiega la mia discesa in campo. Ho capito che è possibile fare tutto ciò che e stato detto…senza il loro autore! Mi attrae l’idea di mettere in pratica le cose, forse perché il mio nome deriva dal latino e significa ‘colui che ha costanza, fermezza’. Per Aidone voglio internet gratuita, per chi non può permettersene il costo, e per favorire – anche con altri mezzi – la conoscenza, la cultura e l’intrattenimento. Voglio essere il sindaco delle donne – rincara Costanzo – è stata abolita la inferiorità giuridica della donna rispetto all’uomo. Quella che si chiama emancipazione della donna è un perfezionamento e una integrazione del generale principio dell’uguaglianza, sul cui fondamento continua ad essere edificata la moderna società democratica. Questo principio ci guiderà a cambiare la considerazione maschile e il ruolo delle donne aidonesi per un nuovo costume con cui arricchire l’albero delle donne felici. Voglio essere il sindaco degli anziani: Ludus, è il giuoco ricreativo ed etico che porterò nell’assistenza domiciliare, unitamente ai servizi alla persona e alla cura della casa oltre il servizio di spesa e farmaci a domicilio. Voglio anche essere il sindaco dei meno fortunati, delle persone sole e degli emarginati: noi uomini viviamo insieme: la solitudine è inumana. Vae soli! “Guai a chi è solo!”. Parole della Bibbia: (Ecclesiaste 4, 10) ‘Meglio è dunque essere due insieme che uno solo … Se uno cade, l’altro lo sostiene; guai a chi è solo, perché quando cade non ha chi lo rialzi’. Nei confronti di chi è solo, io, Costanzo, sarò il primo dei due insieme. Mi impegnerò perciò in operazioni uguagliatrici e di solidarietà profonda.
Per tutto questo non sarò solo nemmeno io: sarà istituita la Consulta delle Associazioni, Tavolo in cui siederanno in Comune i Presidenti delle Associazioni che operano sul nostro territorio. Senza contare che ho già designato due assessori di alto profilo, valenti e autorevoli nelle loro materie: sono il critico d’arte Paolo Battaglia La Terra Borgese e l’agronomo Giuseppe Fabio Varelli. In Consiglio Comunale mi saranno vicini  Rosi Aloi, Daniela Antoci, Ruben Balsamo, Massimo Cascio Rizzo, Angelo Correri, Lorenzo Di Bartolo, Lino Gagliano, Nunzia Gagliano, Elio Lo Faro, Angelo Papola e Ilaria Vitali.
Auspico che l’esercizio del voto, nelle diverse occasioni in cui le elettrici e gli elettori sono chiamate e chiamati ad esprimere la propria volontà in relazione ai differenti momenti della vita aidonese, si esprima questa volta differente e lo si lasci in custodia del vento del cambiamento».
(Visited 12 times, 1 visits today)

Chiara Fiume

Paolo Battaglia La Terra Borgese (Piazza Armerina, 28 luglio 1960) è un critico d'arte, saggista e politico italiano. È il più giovane di due figli del funzionario della Regione Siciliana Giuseppe Battaglia La Terra Borgese (1937-2003) e di Giuseppa Ligotti (1942). Il suo nome all’anagrafe è Paolo Waldimiro Gromiko Palmiro. A conclusione di un percorso di studi magistrale, nel 1984 si è laureato in Scenografia con il massimo dei voti e la lode. Coniugato due volte, ha due figli, di cui uno avuto da una terza donna. In una intervista condotta da Andrea Giostra per Fattitaliani.it, Battaglia La Terra Borgese ha dichiarato che il critico d’arte, come il mediatore culturale, è un delegato bilingue che media tra condividenti monolingue ad una chiacchierata di due collettività filologiche differenti. Sino al 1999 ha affiancato aziende di nicchia per l’arte e l’editoria artistica per bibliofili. Dal 2000 in poi i suoi lavori sono concentrati nella redazione di testi per terze parti. A queste cede anche i diritti di legge. Nel 2011 ha fondato il Premio Arte Pentafoglio, onorificenza atta ad insignire annualmente artisti, letterati e comuni cittadini che hanno orientato il loro pensiero e la loro azione verso il bene umanitario. Tra le figure più autorevoli insignite dell’onorificenza spicca quella di Philippe Daverio. Nel 2012, sigla una convenzione (protocollo 50905/2012) con l’Università degli Studi di Palermo, divenendo Tutor nei tirocini per laureati e laureandi. Nel 2013 l’Accademia di Sicilia lo nomina, insieme alle massime Autorità siciliane, tra i membri del Comitato d’Onore permanente del Premio Nazionale Liolà, importante riconoscimento del quale sono stati insigniti illustri personaggi come l’attrice Debora Caprioglio e Damiano Damiani, regista de La Piovra, miniserie RAI. Nel 2013 è eletto Consigliere Provinciale Acli Terra, l’associazione professionale delle ACLI la cui iniziativa favorisce l’integrazione e interscambio fra culture e tradizioni sui territori, nella fedeltà a valori e radici comuni. Si dimette dopo un anno. Nel 2014 conia il termine “partecipativa”, intendendo riqualificare e reinterpretare il ruolo dell’Artista nelle mostre collettive. Per il 2014 / 2015 è nominato Prefetto del Rotary Club Palermo Sud. Dal 2015 al 2018 ha prestato consulenza artistica al Comune di Castronovo di Sicilia, dove ha curato la nascita del Museo Civico di Arte Contemporanea di Palazzo Giandalia. Ha operato a fianco dell’Ambasciata di Polonia in Italia, dell’Ambasciata della Repubblica d’Armenia, dell’Ambasciata d’Austria, di Organismi Internazionali tra i quali UNESCO, Scuole Pubbliche, Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Medici, Ha curato annulli filatelici con Poste Italiane, ha insignito docenti dell’Università di Berna. Nel 2016 è insignito quale Cavaliere onorario del Supremo Ordine dell’Antico e Rigenerato Rito Templare – Supremo Gran Consiglio del 9° Grado Cathedrale, quale uomo di cultura. Nel 2017 ha fondato a Milano il partito Italia Attiva con altre persone. Il partito di area assolutamente liberale si propone anzitutto treno del libero pensiero per i comparti produttivi del Paese con particolare attenzione al mondo delle professioni, per lo sviluppo sano della società italiana e comunitaria dell’Europa. Sue ultime opere sono: “Esseri”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 9788896950913; “In viaggio con Dante”, Bonanno Editore, 2015. ISBN 97888961807253. Repertorio: https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=7421 | http://www.palermotoday.it/cronaca/philippe-daverio-riconoscimento-premio-arte-pentafoglio.html | http://livesicilia.it/2014/07/03/rotary-club-palermo-sud-ecco-il-nuovo-direttivo_512143/ | http://www.comune.castronovodisicilia.pa.it/albo-pretorio/images/Determina-del-Sindaco-n.-21.pdf | https://www.comune.palermo.it/js/server/uploads/_01122016111137.pdf | https://www.comune.palermo.it/noticext.php?id=3007#.VSvScdysV8E | http://www.lopinionista.it/mostra-pittorica-palermo-zamenhof-lesperanto-la-lingua-per-tutti-11212.html | http://www.mercurpress.it/2018/05/morgantina-giornalisti-al-museo.html | https://www.ordinemedicipa.it/notizia.php?tid=2829 | http://palermo.repubblica.it/cronaca/2015/09/20/news/memorial_d_acquisto_strade_chiuse_in_centro-123275082/ | https://video.repubblica.it/edizione/palermo/a-palermo-l-orgoglio-massone/270918/271386