I pompieri entrano nella cattedrale. Al sicuro il tesoro di Notre Dame, opere d’arte portate all’Hotel de Ville

Le prime immagini che documentano che la Croce e l’Altare centrale si sono salvati dalle fiamme. A terra pezzi di legno fumante

Domate le fiamme all’interno della cattedrale di Notre Dame, Parigi e la Francia intera è in ginocchio per il dolore e inizia a fare il bilancio dei danni. La cattedrale di Parigi, capolavoro gotico e patrimonio dell’umanità, è stata divorata da un incendio ma la sua struttura, la facciata e i tesori che custodisce sono stati salvati.

La volta della navata centrale di Notre-Dame a Parigi è crollata in alcune sezioni e sul transetto, dove poggiava la guglia: è quanto si vede nelle prime immagini riprese dall’interno della cattedrale nella notte dai vigili del fuoco. Dalle voragini sulla volta si vedono i bagliori della struttura del tetto che ancora brucia. I rilievi in marmo appaiono bruniti dal fumo e in fondo all’abside si vede la croce dell’Altare maggiore.

A terra pezzi di legno fumante. Ma, oltre al legno distrutto e ai danni del fumo, le alte temperature potrebbero aver compromesso la tenuta della pietra e del marmo, che, secondo gli esperti, tende a calcificarsi e a sbriciolarsi. Le immagini documentano che la Croce e l’Altare centrale si sono miracolosamente salvati.

Al sicuro le opere d’arte
Il simbolo di Parigi, il monumento storico più visitato d’Europa, è andato in cenere. Tutte le opere d’arte e anche quelle presenti nel Tesoro della Cattedrale di Notre Dame, a Parigi, sono state salvate e trasferite nella notte all’Hotel de Ville, la sede del comune cittadino. Saranno portate al Louvre già oggi o mercoledì, secondo quanto riferiscono i media francesi. I pompieri hanno confermato che sono al sicuro anche le opere del Tesoro della cattedrale: la Sacra Corona di Spine, un pezzo della Croce e un chiodo della Passione di Cristo. La Corona di Spine è, secondo la fede cattolica, quella che i soldati romani misero sul capo di Gesù per schernirlo poco prima della sua Crocifissione. Il Tesoro contiene anche numerosi oggetti liturgici, manoscritti rari e opere di oreficeria.

«La struttura di Notre Dame è salva e preservata nella sua totalità», hanno fatto sapere i pompieri ieri sera. Ma l’entità dei danni e il loro impatto sulla stabilità dell’antico edificio sono ancora tutti da verificare. La questione – ha detto stamani il segretario di Stato all’Interno, Laurent Nunez – è strutturale: sapere come l’edificio resisterà al gravissimo incendio che ha subito la notte scorsa». Ignota ancora la condizione dei meravigliosi rosoni e di tutte le vetrate policrome vecchie di secoli.

Con oltre 12 milioni di turisti all’anno, Notre Dame è il secondo monumento più visitato di Parigi, dopo la Tour Eiffel e prima del museo del Louvre. È la seconda chiesa più visitata d’Europa dopo la basilica di San Pietro a Roma.

(Visited 23 times, 1 visits today)