IL DIVORATORE DI ANIME – Capitolo 112

Ascolta Ciadd News Radio" su Spreaker.

IL DIVORATORE DI ANIME
Capitolo 112
Roma, 18 gennaio 1888
Caro diario, stasera sono stato a casa della signora Marini. Lei aveva insistito che io rimanessi anche a cena e non ho potuto dire di dover andar via. Mentre stavamo mangiando, ad un certo punto la signora Marini mi ha chiesto:
Scusate, signor Belmonte; ma come mai non vi siete mai sposato?”
Io ho risposto:
Mia cara signora, non lo so; forse perché essendo sempre impegnato coi miei affari e con le feste che organizzo non mi è capitata la donna giusta al momento giusto; ma non si può mai sapere! E Voi, invece, perché non vi siete mai sposata, così bella come siete?”
Eleonora mi ha risposto:
Mio gentile signore, Voi mi lusingate sulla mia bellezza; ve ne sono grata! Ma il fatto è che non sempre gli uomini sono quello che sembrano, perché si fingono gentili per interesse loro e non per interesse mio!”
Io ho aggiunto:
Certo, capisco perfettamente; mia cara signora! Voi avete perfettamente ragione! Sembra che stia diventando difficile trovare dei galantuomini, oggigiorno!”
Eleonora ha detto:
Come vi sembra la cena; signor Belmonte?”
Io ho risposto:
Siete un’ottima cuoca, signora! Sarà fortunato l’uomo che vi sposerà!”
Eleonora ha detto:
Come siete galante; signor Belmonte! Lo spero anch’io che sia fortunato l’uomo che sposerò!”
Io ho detto:
Sapete; mia cara signora Eleonora…Non solo era buona la minestra, non solo era buono il pollo; ma siete buona anche Voi…”
Detto questo mi sono avvicinato per baciarla sul viso dove capitasse. Lei è rimasta sbalordita; ma in silenzio. Dopo le ho preso la mano e l’ho baciata. La signora Eleonora era molto felice. Io non ero da meno. Siamo rimasti vicino per alcuni secondi e così ne ho approfittato per metterle un braccio intorno alla vita e baciarla sul collo e poi sul petto. La signora Eleonora acconsentiva tutto senza emettere un fiato e così io continuavo senza fermarmi. Mi sentivo carico d’energia e mi sembrava d’avere il fuoco in testa. La signora Eleonora era molto eccitata e poi sembrava davvero innamorata. Quella era stata la mia avventura più facile che mi fosse capitata.”

Potrebbero interessarti anche...