IL DIVORATORE DI ANIME – Capitolo 139

Ascolta Ciadd News Radio" su Spreaker.

Capitolo 139

Roma, 14 febbraio 1888

Caro diario; è tanto ora che non organizzo un ricevimento nella mia enorme dimora. Per ora non so nemmeno chi invitare; ho molto da lavorare e non ho tempo per queste cose e poi tra pochi giorni sarà l’anniversario della morte dei miei genitori e non ho da festeggiare. I miei genitori furono assassinati il 17 febbraio 1868. Roma non era ancora capitale ma bensì Firenze. Penso che sia il caso di stare da solo questi giorni, almeno fino al 17 febbraio. Non mi sento dell’umore di vedere la gente; e poi provo odio verso l’umanità in questo periodo, perché se qualcuno avesse potuto fare qualcosa non l’avrebbe fatto comunque. Difatti quando dovrei andare a trovarli al cimitero, il 17 febbraio; per quanto possa sembrare strano, non ci vado mai; perché soffro troppo pensare a quel giorno e trovarmi lì. Spero che mi perdonino per questo, ma forse da lassù capiranno che non posso sopportare una cosa del genere; perché quel giorno mi sembra sempre vicino. Difatti, caro diario; penso proprio che il 17 febbraio non ti scriverò. Il mio dolore cresce sempre più quando si avvicina quella dannata data. Ora preferisco lasciarti; buonanotte, caro diario.”

Potrebbero interessarti anche...