IL PAPA, ACCUSATO DI AMARE LE IDEOLOGIE DEL COMUNISMO – LA DOMANDA NASCE SPONTANEA: SAPRA’ COSA E’ IL COMUNISMO?

cardinale-zen

Da un articolo (del 28 novembre 2016) di Matteo Matzuzzi pubblicato da Il Foglio di Giuliano Ferrara…

Il cardinale Zen critica il Papa: “Forse non conosce i comunisti cinesi”
L’arcivescovo emerito di Hong Kong conferma la contrarietà a ogni accordo tra il Vaticano e Pechino: “Sarebbe una falsa libertà”

Roma. “Forse il Papa è un po’ ingenuo, non ha il background per conoscere i comunisti in Cina. Il Papa conosce i comunisti perseguitati in America latina, ma potrebbe non conoscere i persecutori comunisti che hanno ucciso centinaia di migliaia di persone”.

La bordata arriva da Hong Kong, e a parlare è il cardinale Joseph Zen, che così s’è espresso alla Scuola salesiana dove ancora insegna. Zen è da sempre un fiero oppositore di ogni intesa con il governo di Pechino. Più volte ha parlato di appeasement e di “resa” del Vaticano davanti alle pretese cinesi. Questa volta è andato oltre, aggiungendo che siglare un accordo con il regime comunista significherebbe “tradire Gesù Cristo”.

Il porporato ottantaquattrenne, arcivescovo emerito di Hong Kong, ha anche sempre smentito l’idea – che negli ultimi tempi ha preso forza anche a Roma – secondo cui vi sarebbe un’unica grande chiesa cattolica, non riconoscendo cioè l’esistenza di una comunità “sotterranea”, fedele cioè al Papa di Roma e ostile a quella patriottica controllata dal governo.

Si va verso una “falsa libertà”, ha osservato il cardinale Zen: si dà “l’impressione della libertà, ma non è una libertà reale. La gente prima o poi vedrà che i vescovi sono burattini del governo e non pastori del gregge”. Quindi, l’attacco ai presuli della chiesa patriottica: “I vescovi ufficiali non stanno predicando davvero il Vangelo. Predicano l’obbedienza all’autorità comunista”.

http://www.ilfoglio.it/chiesa/2016/11/28/news/papa-cina-zen-comunismo-vaticano-cristiani-chiesa-cattolica-107647/

Ma vediamo cosa aveva dichiarato il papa nel 2015…

In viaggio verso gli Stati Uniti, il Pontefice rispondendo alle domande dei giornalisti discusse dell’accusa che già circolava in ambienti cattolici statunitensi di essere “comunista”, se non addirittura un “antipapa”: “La mia dottrina sociale è quella del Vangelo“, dichiarò il Pontefice, che poi concluse addirittura scherzando: “Se è necessario posso recitare il Credo…”

“Mia dottrina”, “recitare” il Credo e scherzarci su non pare consono alla figura e al ruolo che dovrebbe ricoprire un successore di Pietro presso il soglio pontificio. San Pietro e San Paolo saranno di sicuro contrariati.

BY ANALISTA OMBRA

(Visited 13 times, 1 visits today)

Lascia un commento