LA NASA OFFRE UN LAVORO (E TANTI SOLDI) A CHI RISOLVE QUESTO QUESITO

“Houston abbiamo un problema”, è proprio il caso di dirlo. La Nasa ha chiesto un aiuto a tutti per risolvere il problema per un nuovo sistema per le deiezioni degli astronauti costretti a vestire la tuta spaziale in lunghe missioni. “Space Poop Challenge” è la sfida che ha lanciato più grande agenzia spaziale del mondo, con la quale chiede, attraverso a piattaforma di crowdsourcing HeroX, idee in tal senso da proporre entro il 20 dicembre di quest’anno in cambio di un premio di 30 mila dollari. Per ora gli astronauti usano un imbuto per l’urina e un pannolone e un aspiratore per le feci, ma non sono soluzioni adeguate per lunghe missioni. Fino ad oggi gli astronauti non sono mai stati troppo a lungo con le tute e le loro funzioni corporali potevano così essere espresse nelle navicelle spaziali, ma in previsioni di missioni più lunghe, che richiederanno loro di indossare le tute anche per 6 giorni consecutivi il problema rischia di diventare importante. 

 La richiesta è quella di uno strumento che sia in grado di adattarsi la tuta, che non impedisca i movimenti dell’astronauta, che sia veloce da installare e in grado di garantire la massima igiene per almeno 144 ore, oltre che, ovviamente, essere compatibile con i materiali della tuta e adeguato al suo uso nello spazio.
2117227_astronauta_nasa_pannolini
http://www.leggo.it/news/esteri/ricco_premio_risolve_problema_degli_escrementi_degli_astronauti_iniziativa_nasa-2117227.html
(Visited 12 times, 1 visits today)

Lascia un commento