Milano, quel campo rom (ri)occupato e trasformato in una discarica

Via Idro, estrema periferia Nord-Est di Milano. Lì, tra il Quartiere Adriano e Cascina Gobba sorge quello che dovrebbe essere un campo rom sgomberato

Via Idro, estrema periferia Nord-Est di Milano. Lì, tra il Quartiere Adriano e Cascina Gobba sorge quello che dovrebbe essere un campo rom sgomberato.

Quell’accampamento nomade, infatti, era stato fatto evacuare nel marzo 2016, ma adesso – a tre anni di distanza – è stato nuovamente occupato. E non da oggi.

A denunciare i nuovi insediamenti, e la discarica abusiva che gli abitanti abusivi hanno creato nell’area, ci ha pensato Silvia Sardone, consigliere regionale e comunale del Gruppo Misto: “Elettrodomestici, frigoriferi, mobili, sedie, materassi, gomme di auto, apparecchi elettronici e rifiuti di ogni genere…”.

Queste, dunque, le parole dell’esponente sul degrado della zona:”Non solo quelle che furono le casette in muratura dei nomadi sono ancora in piedi, restando di fatto delle potenziali dimore per sbandati, ma a fianco dell’area stanno spuntando nuovi insediamenti…”.

Già, perché in una fetta di terreno – nonostante sia stata posta una sbarra per scongiurare ai camper di insediarsi – alcune famiglie si sono accampate, in una vera e propria carovana stanziale.

http://www.ilgiornale.it/news/milano/milano-campo-rom-rioccupato-e-trasformato-discarica-1675240.html
(Visited 19 times, 1 visits today)