Schedati gli utenti dei siti porno: “Violata la privacy”

Novità in Gran Bretagna. Il governo ha deciso con questa mossa di limitare l’accesso ai siti porno ai minorenni. Finora l’unico filtro presente sui siti a luci rosse era una schermata con una domanda chiara: “Hai più di 18 anni?”. Ma di certo i ragazzini non cliccavano dicendo la verità E così il governo britannico ha studiato nuove misure per dare un freno agli accessi non autorizzati.

Di fatto in Gran Bretagna la pornografia sul web è diventato un fenomeno di massa che preoccupa e non poco l’esecutivo. Di fatto con le nuove norme, come riporta ilGiorno, gli utenti dovranno registrarsi e otterranno un codice per l’accesso. I portali che rifiuteranno questa procedura verranno oscurati. E le nuove misure di fatto potrebbero sbarcare presto in altri Paesi, Italia inclusa. La scelta di scehdare gli utenti di fatto crea non poche polemiche in Gran Bretagna. E così le associazioni che tutelano la privacy, come ad esempio la Open Rights Group, sono insorte. E la polemica a Londra è solo all’inizio…

 

1474448538-video-porno

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/schedati-utenti-dei-siti-porno-violata-privacy-1322582.html

 

(Visited 12 times, 1 visits today)

Lascia un commento