The Green Inferno, il cannibalismo al cinema con Eli Roth: trama del film in uscita

Dopo i successi di Hostel e Cabin Fever, Eli Roth torna al cinema con l’inquietante The Green Inferno, in uscita nelle sale italiane dal 24 settembre 2015.

Eli Roth non è mai stato un regista di quelli tradizionali. Sempre alla ricerca di un limite da superare, pronto a portare sempre qualcosa di nuovo e al tempo stesso terrificante, che facesse scatenare paure mai provate. Anche questa volta il regista di Hostel non si è smentito, portandosi ad un livello superiore con la sua ultima creatura, “The Green Inferno“. Un titolo che ha mandato gli appassionati del genere  nel 1980, quando Ruggero Deodato presentò Cannibal Holocaust. La seconda parte del film si intitolava proprio The Green Inferno e Eli Roth ha voluto rendere omaggio al cannibal movie di quel periodo. Il film ha già creato polemiche a causa del livello di crudeltà altissimo, e la clip in stile “red band” che sta circolando su YouTube conferma le voci (la visione della clip è sconsigliata per chi è particolarmente sensibile).

Il cannibalismo ha un nuovo volto con The Green Inferno: ecco la trama

Se The Green Inferno risulta essere essere innovativo, sicuramente non lo è la trama. Ariel Levy è Alejandro, un attivista deciso a voler salvare le tribù indigene dell’Amazzonia dall’estinzione. Insieme a lui c’è Justine (Lorenza Izzo) decisa ad accompagnare il giovane ambientalista nel suo folle viaggio in Perù; insieme ad altri si dirigono verso Callanayacu, armati di cellulari e telecamere per filmare e mettere in streaming le ingiustizie che avvengono in quel luogo, a detta del regista “retwittare link ai video di YouTube non vuol dire fermare i guerriglieri“.

Preso il materiale necessario, il gruppo è pronto a far ritorno a New York ma causa di difetto l’aereo precipita, i giovani presi in ostaggio da un gruppo di indigeni (quelli che volevano salvare) che risulteranno degli spietati cannibali.

Secondo molti ” gli spettatori che avranno il coraggio di andare al cinema a vedere il film si troveranno molto spesso a mettere le mani sugli occhi“; se il regista è Eli Roth molto probabile che sarà così.

The Green Inferno, l’ultima follia di Eli Roth: il trailer ufficiale

Annunciato in pompa magna, The Green Inferno è stato già presentato ben due anni fa al Toronto International Film Festival (7 settembre 2013), con uscita nelle sale il 5 settembre 2014, ma a causa di un disguido con la casa di produzione Worldview Entertaiment ( non voleva svenarsi per una campagna pubblicitaria in grande stile) l’uscita è stata posticipata nel settembre 2015. E già all’epoca suscitò una marea di polemiche, vuoi per un film a detta dei critici “davvero terribile come non si vedeva da anni“, vuoi perchè secondo alcuni Roth va a sminuire una minoranza con i classici stereotipi come la violenza e il cannibalismo ( le persone che interpretano gli indigeni non sono attori professionisti, una vera tribù indigena scovata da Eli Roth durante un suo viaggio in Perù).

Nonostante il sangue scorra a fiotti, a detta del regista il pubblico deve uscire fuori dallo schema del film horror e andare più nel profondo, analizzando come il film sia una critica verso una società che si sta sgretolando sotto il martello battente dell’arricchimento a qualunque costo.

The Green Inferno è pronto a candidarsi come horror più controverso degli ultimi tempi: avrete il coraggio di resistergli?

cannibalholocaust

The Green Inferno, il cannibalismo al cinema con Eli Roth: trama del film in uscita

(Visited 47 times, 1 visits today)

Lascia un commento