• Dom. Dic 6th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Proprietà dello Zenzero

DiPaul Polidori

Feb 24, 2016

Lo zenzero, interessante pianta erbacea originaria dell’estremo oriente con numerose proprietà e benefici, ha un caratteristico rizoma carnoso.
Alcune delle sostanze in esso contenute sono: oli essenziali, pectine, fenoli, mucillagini e molti antiossidanti più o meno noti e studiati.
In cucina è utilizzato come spezia sia essiccato e polverizzato che in fette sottili e fresco, grazie al suo sapore deciso e caratteristico.
Proprietà interessanti sono la sua capacità di contrastare la nausea di varia eziologia, la capacità di inibire la replicazione batterica di microrganismi patogeni ed anche in grado di regolare la flora batterica intestinale, le proprietà di anti acido.
Ha anche capacità di stimolare la secrezione biliare regolando la digestione, impacchi caldi di zenzero sono molto utili in caso di strappi distorsioni o cadute.
Lo zenzero infatti ha anche proprietà decongestionanti, astringenti e anche coagulanti in grado di favorire il riassorbimento del trauma e contrastano l’insorgere di gonfiore.
Lo zenzero ha anche la capacità di contrastare i mediatori dell’infiammazione e del dolore, andando a bloccare lo stimolo doloroso.
Alcune reazioni allergiche sono state osservate in individui sensibili, con eruzioni cutanee gonfiore, mal di stomaco e produzione di gas, in soggetti con calcolosi biliare è da evitare assolutamente in quanto può aggravare la situazione

Curiosità

Usi culinari

Il rizoma contiene i principi attivi della pianta: olio essenziale (composto in prevalenza da zingiberene), gingerolie shogaoli (principi responsabili del sapore pungente), resine e mucillagini, e presenta in modo più pronunciato il sapore e l’aroma tipico che lo vedono ampiamente utilizzato come spezia, specie in forma essiccata e polverizzata, o fresco in fette sottili. Gli stessi sono in misura minore contenuti anche nel legno di zenzero, utilizzato ad esempio per spiedini, soprattutto di pesce. Nella cucina giapponese lo zenzero è normalmente servito in forma di pickle (sottaceto agrodolce) con il sashimi.

Nelle varie cucine indocinesi è spesso utilizzato anche nella preparazione di zuppe e piatti con salse. Il rizoma fresco, con l’ebollizione, consente la coagulazione del latte come altre sostanze di origine animale o vegetali (caglio) ed è largamente impiegato anche nella preparazione di tisane[2]. Entra nella preparazione di bevande analcoliche come il ginger ale e la ginger beer e in una varietà del cioccolato modicano. L’uso dello zenzero (“gengiovo”) nella manifattura dolciaria fiorentina di età medievale è attestato dalla sesta novella dell’ottava giornata del Decamerone.

zenzero-radice-polvere

Proprietà dello Zenzero

(Visited 7 times, 1 visits today)