• Lun. Nov 30th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Condono per gli immobili del Vaticano, è giallo: “Esentati da tutti i tributi”

DiPaul Polidori

Apr 17, 2016

Condono per gli immobili del Vaticano, è giallo: “Esentati da tutti i tributi”

La Convenzione fiscale tra Italia e Vaticano sarebbe un “condono tombale”.

TRASPARENZA – “La Camera sta discutendo la ratifica della Convenzione fiscale tra Italia e Vaticano, raccontata dalla maggioranza alfa-renziana come una tardiva applicazione dei Patti lateranensi e come un passo in avanti nella trasparenza e nella collaborazione per la lotta ad evasione e riciclaggio” dicono i deputati Pippo Civati e Andrea Maestri.

L’ARTICOLO – E’ la norma contenuta nell’art. 6 della legge che sembra andare in tutt’altra direzione: “Il testo prevede infatti che gli immobili di proprietà della Santa Sede, elencati altrove, siano esentati da tutti i tributi, ordinari e straordinari, presenti e futuri e questa benevola esenzione si applica anche agli immobili oggetto di contenzioso tuttora pendente e non definito con sentenza passata in giudicato”.

CONDONO TOMBALE – “E’ un vero e proprio condono tombale, che chiude persino le cause tuttora in corso”, affermano in una nota i due esponenti di “Possibile”. I parlamentari chiedono al Governo di spiegare quanti e quali tributi vengono “abbonati” al Vaticano e soprattutto qual è l’entità del minor gettito fiscale “perché – spiegano – togliere dal bilancio del Comune di Roma o da quello statale ICI, IMU, TASI, TARI ecc. significa aggravare pesantemente bilanci già esangui. Dove sta l’interesse pubblico di una simile operazione partita in sordina e da noi denunciata già in occasione della conferenza alla Camera con i giornalisti Nuzzi e Fittipaldi?”.

CORTE DEI CONTI – “Con i potenti mezzi che il diritto parlamentare riserva ai deputati dell’opposizione – continuano i parlamentari – abbiamo depositato un ordine del giorno e un emendamento con i quali chiediamo di chiarire l’entità della posta in gioco e soprattutto assegnamo alla Corte dei Conti un fondamentale ruolo di vigilanza e monitoraggio. Fuori dal Parlamento è bene che di questa faccenda si sappia e si discuta perché riguarda temi importanti e delicati, come quello della responsabilità ed equità fiscale e quello, sempre attuale e fondamentale, della laicità”.

Secondo alcune stime, il 20 per cento del patrimonio immobiliare italiano sarebbe in mano alla Chiesa cattolica.

vaticano-14

http://www.today.it/politica/convenzione-fiscale-italia-vaticano-condono.html

(Visited 9 times, 1 visits today)