Acilia, l’ultimo saluto a Debora e Aurora: Roma si ferma per un minuto

Roma si ferma per ricordare Debora e Aurora. La sindaca Virginia Raggi ha proclamato per oggi il lutto cittadino, in concomitanza con la celebrazione delle esequie di madre e figlia di 8 anni, morte in seguito al crollo della loro casa in via Giacomo La Marca a Dragoncello. Il funerale sarà celebrato questo pomeriggio alle 14.30 nella parrocchia San Francesco d’Assisi in largo Cesidio da Fossa ad Acilia. Bandiere a mezz’asta e dipendenti e amministratori del Campidoglio che sono chiamati a osservare un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime alla stessa ora in cui è stato fissato l’inizio del rito funebre. L’invito è esteso anche a tutte le realtà culturali a cui si è chiesto, attraverso un’ordinanza, di rispettare per quel giorno un minuto di silenzio prima dell’inizio di ogni rappresentazione e spettacolo.

LE INDAGINI
Le indagini proseguono a 360 gradi. Nessuna ipotesi al momento è esclusa anche se quella della fuga di gas resta la più attendibile. I due ingegneri incaricati dalla procura avrebbero già repertato del materiale trovato tra le macerie, lo stesso che è stato inviato nei laboratori specialistici per le analisi. In particolare, le ricerche si andranno a concentrare anche sulle bombole di ossigeno che erano presenti all’interno dello studio dentistico e sul loro stato di conservazione. I fusti grandi infatti dovrebbero per legge avere un impianto centralizzato e devono essere custoditi in una camera stagna che deve fare da isolante e dovrebbe evitare il contatto tra l’ossigeno e altre sostanze proprio come il gas gpl. Da stabilire anche se lo studio, che come ha ribadito più volte lo stesso titolare aveva superato recentemente un sopralluogo dei tecnici della Asl, avesse un idoneo impianto di aerazione.

http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/acilia_addio_debora_aurora_roma_si_ferma_un_minuto-2171201.html

(Visited 10 times, 1 visits today)