Addio tessera del tifoso, presto sarà un ricordo. “Biglietti anche allo stadio”

Biglietti in vendita anche allo stadio e nel giorno stesso della partita, fino a pochi minuti prima del calcio d’inizio. È una delle novità che, secondo quanto si apprende, saranno illustrate venerdì alle 14.30 in occasione della presentazione del Protocollo d’intesa sulla fruizione degli stadi di calcio nella sala del consiglio federale della Figc.

All’incontro saranno presenti il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il ministro per lo Sport, Luca Lotti, e il ministro dell’Interno, Marco Minniti. Sarà l’occasione per illustrare l’inizio di un nuovo percorso che dovrebbe portare nell’arco di qualche anno all’abolizione della tessera del tifoso, anche valorizzando le figure dello Slo (Supporter Liaison Officer) e degli steward.

«Venerdì sulla tessera del tifoso ci sarà una riunione con il ministro dell’Interno, il capo della polizia, il responsabile dell’Osservatorio sulle manifestazioni sportive e il ministro dello Sport. Ci saranno importanti novità che vanno nella direzione di includere i tifosi veri e le famiglie e non di escluderli», ha detto oggi Malagò nel corso della sua audizione odierna alla Commissione antimafia.

SCOMMESSE Sulla lotta al match fixing «c’è ancora molto da fare per contrastare ciò che si nasconde sotto la punta dell’iceberg che vediamo» ed è per questo «auspicabile una sempre maggiore collaborazione tra gli organismi di polizia giudiziaria, delegati alle indagini, e quelli deputati alla giustizia disciplinare», dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, in un passaggio del suo intervento all’audizione innanzi alla commissione antimafia sulle infiltrazioni della criminalità nello sport. «Poter scommettere su ciascuna competizione sportiva relativamente a decine di combinazioni e di eventi – specifica il capo dello sport italiano, come numero di gol, tempistica, sostituzioni, punizioni, calci d’angolo, rende di fatto incontrollabile il settore, poiché alcuni esiti afferiscono o possono riguardare anche solo un singolo giocatore, in grado di determinare il realizzarsi di un evento su cui si possono scommettere ingenti somme».

DOPING «Le risorse finanziare che il Coni destina dal suo bilancio per l’attività antidoping e per l’esecuzione dei controlli sono aumentate di oltre il 100% dal 2013, anno in cui sono stato eletto presidente, al 2017, passando da circa 1.600.000 a 3.500.000 euro». È quanto rileva il presidente del Comitato olimpico nazionale italiano, Giovanni Malagò, nel suo intervento innanzi alla commissione Antimafia. In particolare, il numero uno dello sport italiano ha evidenziato che «nel 2016 – l’analisi di Malagò – sono stati disposti 7790 controlli, di cui 5244 in competizione e 2546 fuori competizione. Su 700 domande pervenute al Comitato, sono state concesse 372 esenzioni a fini terapeutici, negate 55 e 273 ritenute non necessarie. La Procura nazionale Antidoping ha riscontrato 160 inadempienze di reperibilità (91 per mancata registrazione nel sistema e 69 per mancato controllo). Il Tribunale nazionale antidoping ha eseguito nelle sue due sezioni 403 procedimenti disciplinari».

 

http://www.leggo.it/italia/cronache/addio_tessera_tifoso_presto_sara_un_ricordo_biglietti_allo_stadio-2597670.html

 

(Visited 4 times, 1 visits today)