Adescato su Facebook e ricattato con un video hard

image

Cinquantenne racconta la sua disavventura dopo aver accettato l’amicizia di una trentenne di Prato e mette in guardia dai rischi sul web. Sull’episodio indaga adesso la polizia: «Ma il mio non è un caso isolato»

VIAREGGIO. Tutto nasce lo scorso weekend da una normalissima richiesta di amicizia su Facebook. Lei – bella presenza, non ancora trentenne, castana, occhi color nocciola, residente a Prato – si fa avanti e chiede a lui – cinquantatré anni, viareggino, attualmente disoccupato ma con un passato da cameriere – di poter entrare a far parte dei suoi amici “virtuali”. Dietro la richiesta della ragazza, in realtà, si nasconde però una vero e propria trappola a sfondo sessuale pronta a scattare. Che si concretizza quando lui, dopo una videochiamata a luci rosse, si sente richiedere 950 euro perché il filmato con l’incontro a distanza fra i due non finisca in rete. Un ricatto bello e buono a cui però la vittima decide di non piegarsi.

E, anzi, al contrario decide di raccontare tutto “per evitare che qualcun altro, come me, ci cada”. Lui si chiama Eugenio (e il nome non è di fantasia). E sul proprio profilo Facebook ci mette nome, cognome e faccia. “Ma sul giornale preferirei mi chiamaste solo Neno, visto che in questa storia non ci faccio certo una bella figura e questa disavventura mi ha già provocato più di un problema con la mia compagna”, chiede. In cambio del parziale anonimato, però, è pronto a raccontare la sua brutta avventura. Che avrà probabilmente strascichi giudiziari, visto che ha già presentato denuncia al commissariato di Viareggio.

“Venerdì sera vado su Facebook – racconta – e vedo che ho una richiesta di amicizia. Vado a vedere di chi si tratta e scopro che è una ragazza che dice di essere di Prato e con cui ho alcune amicizie in comune. Visto che si tratta in gran parte di persone legate al mondo dell’hockey, immagino che sia anche lei dell’ambiente. E accetto la richiesta di amicizia”. La ragazza è giovane e bella. Ma, a giudicare dal suo profilo, non sembra essere una professionista del sesso. “Ci sono molte foto di lei – racconta Neno – ma nessuna sconcia. Giusto un paio in reggiseno potrebbero essere lette in maniera maliziosa, ma sembra una ragazza come tante. Poi, non appena le concedo l’amicizia, inizia una conversazione in chat. Le chiedo se la conosco, lei mi dice di essere una stilista di Prato e cominciamo a parlare del più e del meno.

http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2015/03/17/news/adescato-su-facebook-e-ricattato-con-un-video-hard-1.11061913

(Visited 21 times, 1 visits today)