ALLARME TURISMO, ARRIVANO I PROFUGHI E NEGLI HOTEL FIOCCANO LE DISDETTE