Atene, la borsa riapre dopo un mese e crolla: -23%. Cauti i mercati europei

95_2015-08-03_TLB_093001

Seduta prudente per le principali borse del Vecchio Continente dove market mover oggi sono i dati deludenti giunti dal settore manifatturiero cinese e la riapertura della borsa di Atene, ferma da cinque settimane.

Apertura in forte calo per la Borsa di Atene, che ha riaperto questa mattina dopo 5 settimane di stop. L’ultima seduta di contrattazioni risale infatti al 26 giugno scorso. L’indice di riferimento di Atene ha aperto con un tonfo del 22,9%. Pesanti le vendite su tutti i settori, compreso quello dei finanziari, in rosso del 20%, trascinati al ribasso dalla prima banca commerciale greca, la National Bank of Greece, in calo del 30%.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,05%, in attesa della lettura sull’attività produttiva dell’Eurozona. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.097,1 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) in calo (-0,87%) si attesta su 46,71 dollari per barile. Sui livelli della vigilia lo Spread, che si mantiene a 112 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,78%.

Tra i listini europei, senza slancio Francoforte -0,07%; Londra è stabile con un -0,02%, mentre Parigi, mostra una performance pari a +0,01%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 23.559 punti. In buona evidenza a Milano i comparti Telecomunicazioni, con un +2,31% sul precedente, Viaggi e intrattenimento (+0,81%) e Sanitario (+0,72%). Tra i peggiori della lista, sensibili ribassi si sono registrati sui settori Vendite al dettaglio (-0,52%) e Materie prime, che ha segnato un calo di 0,43%.

http://economia.ilmessaggero.it/economia_e_finanza/borsa_atene_crollo_europee_caute/1498178.shtml

(Visited 3 times, 1 visits today)