Atletica, l’appello di Vincenza Sicari: «Ditemi di cosa sto morendo»

«Datemi una diagnosi, ditemi di cosa sto morendo». È l’appello lanciato dall’ex maratoneta azzurra Vincenza Sicari, che da dicembre 2014 è costretta in un letto d’ospedale da una malattia non ancora diagnosticata. La 37enne ha chiesto di fare chiarezza tramite un video dall’Ospedale Sant’Andrea di Roma e per voce degli avvocati Luana Sciamanna e Giorgia La Leggia, che dal 28 dicembre ne costituiscono il collegio difensivo. «Lamentiamo sia l’assenza che la mancata ricerca di una diagnosi», ha spiegato l’avvocato Sciamanna. «Il suo calvario -ha aggiunto- si protrae da oltre tre anni, da quando Vincenza ha cominciato ad accusare stanchezza muscolare e febbre. Si sono susseguiti ricoveri in diverse strutture in tutta Italia, fino a questo ricovero al Sant’Andrea iniziato il 21 novembre. Vincenza ora è paraplegica, la fisioterapia finora è stata senza esito e non si evidenzia un quadro diagnostico certo». «La nostra assistita -ha proseguito il legale- nel 2014 ha scoperto un timoma, subendo poi la completa asportazione del timo. Un’operazione che non ha portato però allo sperato miglioramento del suo stato di salute. Al contrario, i sintomi si acutizzano, fino alla completa paralisi degli arti inferiori. Un periodo tribolato, durante il quale la Fidal è stata sempre al fianco di Vincenza».

http://sport.ilmessaggero.it/altrisport/atletica_appello_vincenza_sicari_ditemi_di_cosa_sto_morendo-2193485.html

(Visited 7 times, 1 visits today)