Boom delle esportazioni di armi: ecco chi foraggia la “Terza Guerra Mondiale”

Esportazioni-armi-0-320x234

Usa, Russia e Cina esportano di più, Monarchie sunnite del Golfo comprano di più

Il rapporto “Trends in international arms transfers, 2014”, appena pubblicato dallo Stockholm International Peace Research Institute (Sipri) conferma quello che Papa Francesco e le organizzazioni pacifiste dicono da tempo. La “Terza Guerra Mondiale” in corso viene combattuta perché qualcuno ci guadagna vendendo armi. E tra quelli che ci guadagnano «Gli Stati Uniti sono nettamente in testa ai più grandi esportatori di armamenti su scala mondiale», dice il rapporto Sipri. L’Italia è tra i 10 maggiori esportatori di armi del mondo, con il  3% del totale a “pari demerito” con Ucraina e Spagna, prima di Israele (2%) e dietro Garn Bretagna (4&), Francia e Germania (5%).

A livello mondiale, mentre si giurava di lavorare per la pace e qualcuno il Premio Nobel per la Pace lo prendeva pure,  tra periodo il 2005-20009 e quello 2010-2014, il volume di trasferimento internazionale dei sistemi di armamento classici è cresciuto del 16% e quello delle armi Usa nello stesso periodo ha fatto un balzo del 23%. Ma in totale la quota Usa nel totale delle esportazioni di armi di ogni genere arriva al  31%, segue il nuovo/vecchio nemico, la Russia, con il 27%. Le esportazioni di armi pesanti russe è aumentata del 37% tra il 2005-09 e il 2010-14. Poi cci sono i cinesi che, nello stesso periodo, hanno aumentato k le loro esportazioni di armi pesanti di uno stratosferico 143%, diventando così il terzo più grande fornitore di morte nel 2010-14, ma restando nettamente dietro Usa e Russia.

Aude Fleurant, direttrice dell’ Arms and Military Expenditure Programme del Sipri, spiega che «Gli Usa  hanno visto per molto tempo nell’esportazione di armi un grande strumento di politica estera e di sicurezza, ma in questi ultimi anni le esportazioni sono diventate sempre più necessarie per aiutare l’industria degli armamenti americana a mantenere dei livelli produttivi dato che le spese militari diminuiranno.

Boom delle esportazioni di armi: ecco chi foraggia la “Terza Guerra Mondiale”

(Visited 4 times, 1 visits today)