• Ven. Dic 4th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Calcioscommesse, trema anche la A: flussi anomali su 5 gare del Frosinone

DiPaul Polidori

Mag 27, 2016

Nei giorni in cui si torna a parlare di scommesse legate al calcio, un nuovo scandalo rischia di travolgere non soltanto la Serie B, ma anche la A. E in particolare il Frosinone, al centro di flussi anomali di puntate riguardanti ben 5 partite del campionato appena terminato.

Lo rivela l’edizione odierna di ‘Repubblica’, che riporta l’elenco delle gare su cui si sono accesi i riflettori: Frosinone-Milan 2-4 dello scorso 20 dicembre, Frosinone-Napoli 1-5 del 10 gennaio, Genoa-Frosinone 4-0 del 3 aprile, Verona-Frosinone 1-2 del 17 aprile eNapoli-Frosinone 4-0 del 14 maggio.

Per ora, bene precisarlo, non è stata aperta alcuna indagine da parte della FIGC. Però, scrive il quotidiano, le autorità competenti sono già state avvertite tramite un dossier in cui sono registrate le puntate anomale sulle 5 partite. Scommesse riguardanti eventi particolari come handicap e over, ma anche – con riferimento alla partita del Bentegodi – puntate insolitamente alte su un goal nel finale dei ciociari, effettivamente verificatosi.

L’1-5 contro il Napoli, poi, è stata una gara “clamorosa per numeri di giocate, uno dei record assoluti della Serie A di quest’anno”. Ed è singolare che anche il ritorno si sia segnalato per un episodio poco chiaro: l’espulsione quasi immediata di un calciatore del Frosinone, nello specifico Gori, quasi prevista dagli scommettitori che vi avevano puntato somme ingenti. In questo caso la Procura Federale ha già aperto un fascicolo.

“Il Frosinone Calcio S.r.l., preso atto della notizia, riportata dagli organi di informazione, secondo cui i bookmakers avrebbero registrato scommesse anomale su cinque gare del campionato di Serie A appena terminato, disputate dalla scrivente, ribadisce, con fermezza, la propria estraneità, al pari di quella di tutti i tesserati, a qualsivoglia ipotesi di illecito sportivo o effettuazione di scommesse” scrive il club laziale in un comunicato.

“La scrivente ha sempre costruito la propria immagine ed il proprio buon nome nel rispetto dei valori della sportività e del calcio pulito, e, in ogni occasione, ha duramente perseguito chi – anche tra propri tesserati – è stato ritenuto responsabile, dagli organi competenti, della commissione di illeciti sportivi”.

“Anche nella presente vicenda, nel respingere qualsivoglia addebito, illazione o speculazione sul conto del club, sarà offerta la massima collaborazione agli inquirenti, certi che l’operato degli organi preposti sgombrerà il campo da ogni sospetto circa le gare a cui ha preso parte il Frosinone, che, comunque, si riserva l’adozione di ogni opportuna azione nei confronti di eventuali soggetti, anche non tesserati, che possano avere, con il proprio comportamento, determinato un pregiudizio, anche d’immagine, al club”.

Nel mirino delle autorità non c’è soltanto la Serie A: flussi anomali di scommesse si sono registrati anche in occasione di 11 partite di Lega Pro. La maggior parte di queste, scrive ancora ‘Repubblica’, riguarda il Messina. Ed è facile immaginare che il 2-2 contro la Paganese di febbraio (flusso anomalo di puntate sul pareggio) rientri nell’elenco. Ma sarebbe coinvolto anche il Catania, a 12 mesi di distanza dallo scandalo scommesse di cui si rese protagonista il club etneo.

 

posto-blocco-polizia-siracusa

http://www.calcionotizie24.net/scoppia-la-bomba-calcioscommesse-milan-coinvolto-ecco-le-altre-squadre/

 

 

(Visited 8 times, 1 visits today)