• Lun. Nov 23rd, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Catania, coppia massacrata in casa: la polizia ferma un profugo ivoriano ospitato al Cara di Mineo

DiPasquale Stavola

Ago 31, 2015

Coniugi uccisi nel Catanese, fermato 18enne ivoriano

Sono proseguiti fino a notte fonda i rilievi della polizia scientifica nella villa di Palagonia in cui sono stati uccisi, per rapina, i proprietari, Vittorio Solano, di 68 anni, e la moglie spagnola Mercedz Ibaniz, di 70. Del duplice omicidio è accusato un ivoriano di 18 anni, Mamadou Kamara, dall’8 giugno scorso ospite del Cara di Mineo, fermato ieri sera dalla polizia di Stato su disposizione della Procura di Caltagirone.

Sono stati fatti controlli con il luminol e cercate impronte digitali, tracce di Dna e impronte. Accertamenti sono stati eseguiti anche sul cellulare rubato alla vittima durante la rapina in casa e quello del fermato. Ma si cercano anche potenziali complici: gli investigatori ritengono probabile che il giovane ivoriano non abbia agito da solo. Le indagini sono partite da controlli all’ingresso del Cara di Mineo, uno degli oltre 3mila ospiti, un 18enne della Costa d’Avorio, sbarcato a Catania l’8 giugno scorso, ha un borsone. La polizia di Stato lo controlla e trova un telefonino e un pc portatile, ma anche un paio di pantaloni ripiegati sporchi di sangue. Dai controlli sul cellulare la polizia di Stato è risalita ai proprietari e al loro indirizzo: una villetta, a Palagonia, in via Palermo.

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/catania_coppia_trovata_morta_casa/notizie/1541368.shtml

(Visited 10 times, 1 visits today)