Champions League, grande Juventus in finale: Real Madrid eliminato

DV2026907-k3gC-U43080777034730O0H-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Prima Cristiano Ronaldo per gli spagnoli, poi il pareggio di Morata che chiude i giochi. Finale il 6 giugno a Berlino contro il Barcellona

Non è la Juventus perentoria di Dortmund, non è quella apprensiva di Monaco, è una squadra diversa, matura, cosciente dei suoi mezzi, soprattutto non intimorita dall’afoso Bernabeu e dal bluff del Real Madrid, squadra fisicamente e caratterialmente al capolinea. Invece Madama esce alla distanza pur percorrendo la partita tra alti e bassi, tra qualche errore e qualche rischio, con qualche ingenuità, come il fallo di Chiellini su James Rodriguez che porta al rigore con cui Ronaldo illude i Blancos.

2015-05-13T190213Z_74545333_MT1ACI13738834_RTRMADP_3_FOOTBALL_MGTHUMB-INTERNA

Assedio Real

La Juventus fa sfogare gli avversari (23 tiri in porta, di solito non li concede) e si sfoga con l’arbitro ma anche questa, alla fine, risulterà una tattica perché il milionario Eriksson non fischierà quasi più niente di rilevante contro la Juventus.

La beffa dell’ex

Alvaro Morata è di nuovo il beffardo autore del gol che ferma qui il Real di Carlo Ancelotti, con la panca sul viale del tramonto. La Juventus dopo il pareggio diventa d’acciaio. Certo Bale è un disastro, ma a farlo sbagliare e a cancellare prima Benzema, poi il Chicharito e infine perfino CR7 con tutti gli altri comprimari, è la squadra di Allegri che manca, con Marchisio e Pogba, il 3-1 che renderebbe più tranquillo il finale. Ma dopo averla smarrita a più riprese, Madama riagguanta serenità e consapevolezza quando servono.

http://www.corriere.it/sport/calcio/coppe/2014-2015/champions/notizie/champsion-league-semifinale-real-madrid-juventus-bianconeri-finale-90632804-f9af-11e4-997b-246d7229677f.shtml

(Visited 7 times, 1 visits today)