Charlie: ore di angoscia per i genitori

Ore di attesa e di angoscia per i familiari del piccolo Charlie prima che vengano staccati i macchinari che lo tengono in vita. Chris Gard e Connie Yates – scrive il Teleghaph online – stanno trascorrendo gli ultimi giorni con il loro piccolo di 10 mesi, colpito dalla sindrome da deperimento mitocondriale, una malattia classificata come incurabile. Il bimbo, che a causa della patologia non può vedere, sentire, muoversi, piangere e neppure deglutire senza assistenza delle macchine, è ricoverato al Great Ormond Street Hospital di Londra. Ieri i medici hanno concesso ai genitori una breve proroga prima di dire addio al figlio. Il caso di Charlie è stato al centro di una battaglia legale.
    I genitori hanno chiesto di sottoporre il figlio a una terapia sperimentale negli Usa ma gli specialisti dell’ospedale si sono detti certi che tale trattamento non lo avrebbe aiutato. Anche la Corte europea dei diritti umani si è pronunciata in favore dei medici.

 

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2017/07/01/charlie-ore-di-angoscia-per-i-genitori_8f9f0343-f6ea-495d-af62-6482c51f8938.html

 

(Visited 12 times, 1 visits today)