Coronavirus, 110 i nuovi positivi a Roma e provincia. Ancora contagi nelle case di riposo

A pesare sui dati di oggi i cluster di Fiano Romano e Campagnano. Nel Lazio i casi nuovi sono 123. Guarito il poliziotto di Pomezia, tra i primi casi regionali

Rimane stabile il numero dei nuovi contagi da coronavirus nella regione Lazio. Secondo i dati resi noti oggi dalle singole Asl del territorio, nelle ultime 24 ore si registrano 123 positivi a fronte dei 122 di ieri. Oscillazioni minime anche per quanto riguarda la provincia di Roma, dove si passa da 63 a 65 casi. E una lieve crescita per il dato di Roma città.

Oggi i nuovi positivi nella Capitale sono 47, ieri erano 38, comunque in discesa rispetto al picco della settimana scorsa di 74, raggiunto venerdì. A pesare sul dato generale della provincia, ancora una volta, i cluster delle case di riposo, tra i focolai tra i più pericolosi da inizio pandemia. 

In particolare spicca il report della Asl Roma 4, oggi 36 casi, ieri 17. Di questi 25 sono riferibili ai cluster delle case di riposo di Fiano Romano (22) e Campagnano (3). Numeri ancora alti anche per la Asl Roma 6, dove dai 37 di ieri si scende a 25. Scendono poi da 13 a 2 i casi nella Asl Roma 5, competente per il comune di Nerola, dove domani termineranno le misure restrittive della “zona rossa”. 

Il bollettino dello Spallanzani

I pazienti positivi ricoverati all’istituto Spallanzani di Roma sono oggi in totale 165, ieri erano 160. Lo fa sapere l’ospedale. Di questi 24 necessitano di supporto respiratorio. “In giornata – si legge nel bollettino di questa mattina – sono previste altre dimissioni di asintomatici o paucisintomatici (con sintomi lievi, ndr). I pazienti dimessi o trasferiti a domicilio sono a questa mattina 266″. Poi la buona notizia: è clinicamente guarito il poliziotto del commissariato Spinaceto, originario di Pomezia, tra i primi casi a livello regionale, ricoverato allo Spallanzani in gravi condizioni i primi di marzo

Asl Roma 1: 15 nuovi casi positivi. 0 decessi. 1986 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Si conferma il trend positivo: chi esce dalla sorveglianza domiciliare è più del doppio di chi ne entra. Dimessi in isolamento domiciliare due ragazzi di 22 e 23 anni. Prosegue il monitoraggio nelle RSA e case di riposo del territorio

Asl Roma 2: 15 nuovi casi positivi di cui 6 riferibili al cluster di Villa Fulvia. 0 decessi. Continua la sorveglianza sanitaria al Selam Palace

Asl Roma 3: 17 nuovi casi positivi di cui 3 riferibili a cluster noti e 10 in sorveglianza domiciliare. 0 decessi. 1982 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Si conferma il trend positivo: chi esce dalla sorveglianza domiciliare è più del doppio di chi ne entra

Asl Roma 4: 36 nuovi casi positivi di cui 25 riferibili a cluster delle case di riposo di Fiano Romano (22) e Campagnano (3). Deceduta una donna di 84 anni a Civitavecchia. 2193 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare

Asl Roma 5: 2 nuovi casi positivi. 0 deceduti. 2236 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Domani termineranno le ulteriori misure restrittive nel Comune di Nerola per chiusura epidemiologica del cluster, rimarranno in vigore tutte le misure di carattere Nazionale

Asl Roma 6: 25 nuovi casi positivi. 3 decessi: un uomo di 90 anni, una donna di 68 anni e una donna di 75 anni, tutti con precedenti patologie. 40 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Continuano i controlli sulle case di riposo per anziani, posta in sorveglianza sanitaria RSA a Rocca di Papa

Asl Frosinone: 2 nuovi casi positivi. 0 decessi. 344 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare

Asl Viterbo: 3 nuovi casi positivi. 0 decessi. 2435 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Prosegue l’attività di sorveglianza sanitaria al Comune di Celleno. In tre strutture per anziani, 2 a Celleno e 1 a Carbognano, tutti negativi 

Asl Rieti: 1 nuovo caso positivo in isolamento domiciliare. Deceduta una donna di 88 anni con precedenti patologie. 68 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Domani termineranno le ulteriori misure restrittive nel Comune di Contigliano per chiusura epidemiologica del cluster, rimarranno in vigore tutte le misure di carattere Nazionale e la sorveglianza sanitaria presso la casa di riposo Alcim. Eseguite procedure di sorveglianza sul 64% del personale sanitario maggiormente esposto, i positivi sono l’1,2%

Asl Latina: 7 nuovi casi positivi tutti in isolamento domiciliare. 0 decessi. 4865 persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. Si registra un trend positivo: chi esce dalla sorveglianza domiciliare è più del doppio di chi ne entra. Domani termineranno le ulteriori misure restrittive a Fondi ma vengono mantenuti i controlli presso il MOF; rimarranno in vigore tutte le misure di carattere Nazionale

Zingaretti: “Arrivate prima 800mila mascherine”


Intanto la regione sembra aver superato gli ostacoli con la partita di 10 milioni di mascherine, ordinate dalla ditta Ecotech srl, che dovevano arrivare lo scorso 30 marzo. Le prime 800mila, finalmente, sono state consegnate. Nei prossimi giorni arriveranno le altre 6 milioni. Lo comunica in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: “Come abbiamo sempre detto non esisteva alcuna truffa. Da giorni cerchiamo di spiegarlo, si è trattato semplicemente di un ritardo nella consegna. Se la Regione avesse ascoltato alcuni esponenti del centrodestra che chiedevano il recupero immediato dell’anticipo, oggi nel Lazio sarebbero mancate 800mila mascherine da distribuire ai nostri operatori sanitari e nei prossimi giorni infermieri e medici avrebbero dovuto rinunciare a ben 7mln di mascherine”.

“Invece, come è stato più volte spiegato, dopo le rassicurazioni dell’azienda e la polizza assicurativa sulla caparra, si è scelto responsabilmente di aspettare qualche giorno, certi che l’impegno sarebbe stato mantenuto, perché la priorità della Regione rimane la salute dei nostri operatori sanitari – aggiunge Zingaretti – Quindi, ci teniamo a ribadire, nessuna truffa ma solo una bufala che strumentalmente è stata utilizzata per infangare l’operato della Giunta regionale. Confermiamo tutte le azioni legali per il risarcimento del danno contro chi ha trasformato una normale vicenda amministrativa in un inesistente scandalo e contro l’ennesima campagna di bugie della destra contro l’amministrazione regionale”

https://www.romatoday.it/attualita/coronavirus-roma-notizie-oggi-13-aprile-2020.html
(Visited 11 times, 1 visits today)