Coronavirus, Confartigianato Rieti: “Facilitare l’accesso al credito per far ripartire le imprese”

“E’ necessario dare risposte veloci, burocrazia-zero, con richieste di garanzie non troppo stringenti”. A ribadirlo è Confartigianato Imprese Rieti che sottolinea come “in un momento di grande difficoltà come quello che stanno vivendo le imprese, il problema credito diventa di fondamentale importanza per la sopravvivenza dell’intero sistema economico”.

E un primo riscontro, seppur limitato, arriva dalla Regione Lazio che mette da subito sul piatto della bilancia 155 milioni di euro così ripartiti: 55 milioni, accessibili su “Fare Lazio”, a partire dalla prima decade di aprile. Saranno destinati a prestiti per liquidità di piccola entità, massimo 10 mila euro, a tasso zero, per una durata di 5 anni, con un anno di preammortamento. Sarà destinato a micro, piccole e medie imprese e partite iva; 100 milioni per il programma “Italian Regions-Eublending programme” della Banca Europea degli Investimenti (BEI). Una somma che sarà messa a disposizione degli istituti di credito del Lazio per generare 200 milioni di prestiti di entità maggiore rispetto a quella dello strumento precedente, ossia dai 10 mila euro in su, alle imprese, anche piccole. Prestiti che saranno a tasso agevolato, ulteriormente ridotto, grazie a un fondo regionale di 3 milioni con cui garantire l’abbattimento degli interessi.

“Sostenere il fabbisogno di liquidità dei libri professionisti e delle micro, piccole e medie imprese diventa fondamentale per la sopravvivenza di migliaia di micro e piccole aziende della provincia – spiega Franco Lodovici (nella foto), presidente di Confartigianato Imprese Rieti – Ci auguriamo che le modalità di accesso siano semplici e veloci, come più volte ribadito dall’Assessore dello Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-up e Innovazione, Paolo Orneli. La possibilità di avere accesso a prestiti facilitati – conclude Lodovici – rappresenta una componente essenziale per la prosecuzione delle attività, sollecitata nelle ultime settimane da decine e decine di associati e non. Sarà nostra cura continuare ad incalzare gli interlocutori istituzionali, prima fra tutte la Regione Lazio, per trovare insieme le migliori soluzioni per affrontare le emergenze e per sostenere le imprese e l’occupazione”.

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1549673/coronavirus-rieti-emergenza-sanitaria-nuovo-sindacato-carabinieri-mascherine-covid-19-imprese-confartigianato-imprese-rieti.html
(Visited 21 times, 1 visits today)