Coronavirus, i dubbi della virologa Ilaria Capua: “In Lombardia circola in un modo che non si spiega”

EPIDEMIA

Coronavirus, i dubbi della virologa Ilaria Capua: “In Lombardia circola in un modo che non si spiega”

21.03.2020 – 09:53

Coronavirus in Lombardia: un caso speciale. La virologa Ilaria Capua, in una intervista su Fanpage, si interroga sul dramma in Lombardia. “Di fronte alla catastrofe attualmente in corso in Lombardia, con i suoi elevatissimi tassi di contagio e di letalità rispetto agli altri focolai, è urgente porsi la domanda. Che cos’è successo a Codogno, a Bergamo, a Brescia? In questa fase possiamo soltanto fare delle ipotesi…”, afferma l’esperta.

“Io credo che ci siano dei fattori, che ancora non conosciamo, che possono favorire la diffusione e la permanenza del virus, eventualmente legati alle strutture ospedaliere. Esistono esempi precedenti: il virus SARS 1 era circolato attraverso la condotta dell’aria dell’Hotel M a Hong Kong. Oggi noi dobbiamo essere certi che il coronavirus non sia entrato negli impianti di aerazione di edifici vetusti”, aggiunge Capua.

La letalità? “Potrebbe essere legata a diversi fattori ancora da studiare. Si possono fare infinite ipotesi con criteri epidemiologici: caratteristiche demografiche (età e sesso), qualità dell’aria, resistenza agli antibiotici, abitudini alimentari, comportamenti. Ma una spiegazione si deve trovare”.

 “Se la Lombardia non fosse un caso eccezionale, se dopo Milano allo stesso ritmo dovessero cadere Roma e Parigi e Londra e tutte le altre città, allora avremmo a che fare con una catastrofe di proporzioni gigantesche, persino più grandi di quelle con cui ci stiamo confrontando ora. Per quello abbiamo bisogno di capire cosa sta succedendo”, conclude Ilaria Capua.

https://corrieredellumbria.corr.it/news/coronavirus/1535410/coronavirus-dubbi-virologa-ilaria-capua-lombardia-circola-modo–non-si-spiega-covid19-contagio-morti-epidemia-trasmissione.html


(Visited 34 times, 1 visits today)