Coronavirus, il Centro antiviolenza “Il nido di Ana” di Rieti amplia servizi e reperibilità

In questo periodo di emergenza da Coronavirus il numero delle telefonate ai Centri Antiviolenza ha registrato un forte calo, un dato preoccupante che difficilmente crediamo possa essere indice di una diminuzione di episodi di violenza domestica. La convivenza forzata comporta un maggiore isolamento per le donne e di conseguenza una maggiore difficoltà nel chiedere aiuto.

Pertanto a sostegno delle donne vittime di violenza, durante l’emergenza causata dall’epidemia da Covid-19, il Centro Antiviolenza di Rieti “Il Nido di Ana” – gestito dall’associazione Capit –  garantirà, a partire da lunedì 6 aprile, un più ampio servizio di accoglienza e ascolto tramite colloqui telefonici. Sarà dunque possibile contattare il Centro al numero 0746.280512 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18.

“Resta a disposizione anche il nostro indirizzo e-mail capitrieti@libero.ite i nostri canali social Facebook e Instagram.
Ricordiamo, infine, che il Centro Antiviolenza “Il Nido di Ana” è collegato al numero di pubblica utilità 1522, il servizio nazionale dedicato alle richieste di aiuto e al sostegno alle vittime di violenza che rimane costantemente attivo, 24 ore su 24.
In caso di emergenza è primario contattare le forze dell’ordine” fanno sapere dal Centro Antiviolenza “Il Nido di Ana” di Rieti.

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1556814/-coronavirus-centro-antiviolenza-il-nido-di-ana-servizi-e-reperibilita-rieti.html
(Visited 8 times, 1 visits today)