Coronavirus in Sabina, i sindacati ora chiedono la verifica dei sistemi di sicurezza all’interno di Amazon

Nella giornata di oggi gli esponenti della Uiltrasporti Amazon FCO1 torneranno a riunirsi per chiedere ad Amazon la verifica di “ogni criterio adottato per effettuare l’indagine epidemiologica all’interno del sito”. Ad annunciarlo sono gli stessi responsabili della sigla sindacale, i quali, evidentemente non completamente soddisfatti delle risposte date dall’azienda americana dopo il caso di contagio di una dipendente del centro distribuzione di Passo Corese, risultata positiva al tampone a seguito di una serie di controlli a tappeto effettuati, hanno deciso di non mollare la presa. E anzi di chiedere nel dettaglio cosa è stato fatto per garantire la sicurezza dei lavoratori, in particolare di quelli che sono venuti, o possono essere venuti, a contatto con la dipendente. “Siamo a conoscenza di troppi ‘contatti di contatti’ non chiamati dall’azienda per restare in quarantena – fanno sapere ancora dalla Uiltrasporti FCO1 – oltre ad altri fantomatici lavoratori in isolamento per altri possibili casi esterni all’azienda. Non basta far stare a casa qualche lavoratore e dichiarare di avere la situazione sotto controllo. I lavoratori effettuano troppi spostamenti all’interno dello stabilimento, in barba al protocollo del 14 marzo. Pretendiamo chiarezza”. E sicurezza, soprattutto. 

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1548018/passo-corese-sabina-roma-amazon-sito-sicurezza-controlli-tampone-indagine-epidemiologica.html
(Visited 2 times, 1 visits today)