Coronavirus, indagine sugli studenti a casa in quarantena: come stanno, cosa manca e cosa pensano. I dati

Un’indagine sul sito Studenti.it, a cui hanno partecipato, in soli due giorni, oltre 10.000 giovani, ha fotografato la situazione degli studenti italiani in quarantena. La quarantena pesa sulla condizione psicofisica: solo il 21% di loro è sereno, mentre il 79% non sta al meglio: il 23,3% si definisce stressato, il 14,9% depresso, il 13,4% confuso, il 12,5% triste e, infine, il 10,5% apatico. Tra le cause indicate per questo stato d’animo, per il 28,6% degli intervistati a pesare è soprattutto la prospettiva di altre settimane di quarantena, per il 24% la causa dello stress sono le preoccupazioni scolastiche. Per altri sono diverse le fonti di stress: il 22% soffre di non poter uscire, mentre sul 20,2% pesano le notizie che arrivano quotidianamente. A mancare di più, per il 42% poter abbracciare le persone care, mentre al 26,5% la possibilità di uscire di casa. Lo sport manca al 12,4% degli intervistati, al 10,6% non manca nulla, mentre l’8,5% ha soprattutto nostalgia della scuola. La quarantena – e di conseguenza la didattica digitale – ha contribuito a cambiare anche il rapporto con i professori: secondo il 28% degli intervistati è migliorato, mentre per il 45% è rimasto uguale. Per il 27% invece è cambiato in peggio.

https://corrieredellumbria.corr.it/news/coronavirus/1554031/coronavirus-indagine-studenti-casa-quarantena-come-stanno-cosa-pensano-manca.html
(Visited 19 times, 1 visits today)