Coronavirus, la Asl cerca stanze per far riposare gli operatori sanitari impegnati all’ospedale de’ Lellis

Coronavirus, la Asl cerca stanze per far riposare gli operatori sanitari impegnati in corsia alla fine dei turni.

Individuare strutture e alloggi di accoglienza per personale sanitario operativo e lavoratori nei servizi essenziali che presta servizio in ospedali o strutture sociosanitarie distanti dalla propria abitazione in relazione all’emergenza Coronavirus. Anche a Rieti, come già accaduto in altre regioni e province, la Asl sembra si stia muovendo, per ora solo a scopo informativo, per individuare una struttura dove accogliere personale sanitario, medico e infermieristico, che presta servizio in ospedali o strutture sociosanitarie della città e della provincia in questo momento di emergenza legato al Coronavirus. Molti medici e infermieri arrivati da fuori città e dalla provincia per prestare la propria professionalità nelle strutture Covid di Rieti e Contigliano e nelle strutture mobili dove si effettuano tamponi nelle zone rosse oltre che a sostegno dell’Unità di crisi del de’ Lellis.   Diverse le ipotesi al vaglio della direzione sanitaria anche perché ci sono alcuni requisiti da rispettare primo tra tutti la prossimità dell’albergo alla struttura ospedaliera e ai due centri Covid di Santa Lucia a Rieti e Alcim a Contigliano. Una delle ipotesi potrebbe essere quella di utilizzare un hotel al momento chiuso che si trova lontano dal centro cittadino e allo stesso tempo nei pressi del De Lellis e della superstrada per Contigliano.

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1568155/coronavirus-rieti-si-e-dimessa-responsabile-blocco-operatorio-ospedale-de-lellis.html
(Visited 119 times, 1 visits today)