Coronavirus, l’appello del sindaco di Nerola: “Servono 2.000 tamponi”

Dopo la casa di riposo Maria Immacolata, ormai svuotata e sanificata a seguito dell’esplosione dei contagi da Coronavirus dei giorni scorsi, tale da decretare la “zona rossa”, ieri i vigili del fuoco del comando di Montelibretti hanno proceduto ad una sanificazione dell’intero territorio comunale di Nerola. Mentre per tutto il giorno, presso la tensostruttura allestita in pieno centro dalla task force dell’Azienda Sanitaria Roma-5, si è proceduto ad effettuare i tamponi alle persone che più direttamente sono entrate in contatto sia con i 56 residenti della Rsa risultati positivi al Covid-19, sia con i 16 membri del personale. Ed è toccato anche alla sindaca di Nerola, Sabina Granieri, sottoposta anche lei al test di controllo, del quale si attendono ora i risultati.
 Un impegno importante, che però per la prima cittadina del borgo sabino non basta: “Vogliamo 1980 tamponi, uno per ogni abitante di Nerola – ha detto ieri il sindaco Sabina Granieri – solo così possiamo salvarci, trovando i positivi asintomatici. A casa mia quando una cosa è necessaria si trova, quindi non ci sono scuse. Noi siamo qui sacrificati, ma non per questo smetteremo di farci sentire”.

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1546060/rieti-nerola-roma-sabina-emergenza-coronavirus-appello-sindaco-granieri-servono-duemila-tamponi.html
(Visited 79 times, 1 visits today)