Coronavirus, primo morto nelle Marche. Cina, primo contagio dall’Italia. Casi in Sardegna, New York e Portogallo

Coronavirus, continuano a crescere i numeri dei contagi in Italia e nel mondo, ma crescono anche le guarigioni. Prima vittima del Coronavirus nelle Marche. Si tratta di un «anziano di 88 anni – fa sapere la Regione – con patologie pregresse, deceduto questa mattina all’ospedale Santa Croce di Fano. Era stato ricoverato il 24 febbraio con febbre alta e difficoltà respiratorie ed era risultato positivo al tampone. Salgono a cinque i casi di positività in Puglia: una donna di 74 anni, residente ad Ascoli Satriano, in provincia di Foggia, è stata contagiata. La 74enne è in buone condizioni e non è stato necessario il ricovero in ospedale. A comunicarlo il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Cina, primo caso di contagio dall’Italia. La provincia cinese orientale dello Zhejiang segna il primo caso di «contagio di ritorno» del coronavirus dall’Italia, dopo quelli quasi tutti legati all’Iran di Pechino, del Guangdong e della regione autonoma Ningxia Hui. La commissione sanitaria locale, scrive il Global Times, ha riferito che la positività ai test è maturata ieri: Wang, questo il cognome della donna di 31 anni, era rientrata da Milano a Qingtian, contea della Zhejiang, il 28 febbraio. La paziente ha preso medicine dal 16 febbraio ai primi sintomi di febbre, tosse e diarrea.

Positivo assessore Regione Lombardia, test per tutta la giunta. L’assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli, «è risultato positivo al Coronavirus». Lo rende noto la Regione Lombardia. «Pertanto, come previsto per gli operatori dei servizi essenziali di pubblica utilità, tutta la Giunta si sottoporrà ai test di accertamento», spiega ancora la nota firmata dall’assessore al Welfare, Giulio Gallera. «Una volta ottenuti gli esiti, attiveremo le procedure previste dai protocolli di Regione Lombardia, condivise con il ministero della Salute e l’Istituto superiore di sanità per i contatti diretti», aggiunge l’assessore.

Riapre, pur tra numerose cautele, il Duomo di Milano. Le porte secondarie sono state aperte alle 8 «per una breve preghiera» mentre ai fedeli che vorranno visitare la cattedrale, i quali entreranno in numero contingentato per evitare assembramenti, in base al Decreto della Presidenza del Consiglio, l’accesso sarà consentito dalle 9. La navata centrale è transennata all’ingresso principale ma – è stato spiegato – in quanto non ci sono messe, ed è comunque visitabile entrando dalle porte laterali.

Il Portogallo registra i primi due casi di coronavirus. Lo riferisce la tv Sic specificando che in un caso si tratta di un uomo che era stato di recente in Italia, l’altro rientrava dalla Spagna. Entrambi sono stati ricoverati a Porto. Al momento non è arrivata conferma da parte del ministero della Salute portoghese.

Moto Gp, coronavirus, dopo il Qatar rinviato anche il Gran Premio della Thailandia
Coronavirus, mariti, mogli e e figli sparsi per l’Europa: così il morbo divide anche le famiglie

A causa dell’emergenza Coronavirus Lufthansa «ridurrà la capacità dei voli verso l’Italia». Lo scrive Bloomberg spiegando che la decisione coinvolge i voli verso Milano, Venezia, Roma, Torino, Verona, Bologna, Ancona e Pisa. Lufthansa estende la sospensione dei voli verso la Cina continentale fino al 24 aprile e verso Teheran fino al 30 aprile.

Chiesta riapertura chiesa di San Luigi dei Francesi a Roma. «Da fonti dell’Ambasciata Francese, la Asl competente ha acquisito che il parroco parigino aveva lasciato Roma il 14 febbraio ed era asintomatico. La situazione da un punto di vista sanitario non desta preoccupazioni. La Asl Roma 1 questa mattina richiederà la riapertura della chiesa San Luigi dei Francesi di Roma e di procedere a una pulizia del luogo di culto». Lo dichiara in una nota l’assessorato alla Sanità e Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio.

Primo caso di coronavirus a Cagliari. Lo fa sapere la Regione. Il paziente, ricoverato in un ospedale cittadino, è risultato positivo al tampone, che ora verrà inviato all’Istituto Superiore di Sanità. L’unità di crisi regionale ha attivato i protocolli nazionali e regionali per porre sotto sorveglianza attiva le persone entrate in contatto col paziente.

Una persona residente a Udine è risultata positiva nel corso della notte al test per il coronavirus. Lo ha reso noto il vice governatore con delega alla Salute e alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia nel corso della riunione del Comitato operativo riunitosi nella sede della Protezione civile Fvg di Palmanova. L’interessato è stato preso in carico dal Sistema sanitario regionale ed, essendo le sue condizioni di salute state dichiarate non gravi, si trova in quarantena domiciliare. Ammontano quindi a nove i casi in regione (quattro a Udine, tre a Trieste e due a Gorizia).

Le morti nel mondo causate dal nuovo coronavirus hanno superato le 3.000 unità, fino a raggiungere quota 3.038, con l’infezione estesa ormai a 65 Paesi: il dato è maturato ufficialmente oggi con i 42 decessi emersi dagli aggiornamenti forniti dalla Commissione sanitaria nazionale (Nhc) cinese, che hanno portato il totale in Cina a 2.912. Oltre ai 42 nuovi morti relativi al conteggio aggiornato a domenica, tutti relativi all’Hubei che è la provincia epicentro, l’Nhc ha reso noto 202 altri contagi certi (solo sei fuori dall’Hubei) e 141 casi sospetti.

Coronavirus, Luis Sepúlveda contagiato: quando lo scrittore finisce in trincea

Sono 2.837 le persone guarite e dimesse dagli ospedali, mentre i casi gravi sono diminuiti di 255 unità, a quota 7.110. Le infezioni nel Paese sono salite a 80.026, di cui 32.652 ancora sotto trattamento, 44.462 risolte con la guarigione e 2.912 decessi. La Commissione ha spiegato che 46.219 persone sono ancora sotto stretta osservazione medica, dopo che domenica 8.154 soto state dichiarate non contagiate. Nell’Hubei i contagi complessivi sono saliti a 67.103 e i decessi a 2.803: nel capoluogo Wuhan, invece, i dati sono pari, rispettivamente, a 49.315 e a 2.227.

L’Algeria conferma due nuovi casi di coronavirus. Stando alle notizie del ministero della Sanità di Algeri, riportate da Entv, si tratta di una donna di 53 anni e della figlia 24enne. I due nuovi casi si registrano nella zona di Blida. Le due donne sono state messe in quarantena. Il 25 febbraio il governo algerino ha confermato il primo caso di coronavirus nel Paese che riguarda un dipendente italiano dell’Eni risultato positivo al tampone per il Covid-19.

Primo caso di contagio a New York. L’uomo che è morto sabato aveva 70 anni ed era «condizioni di salute scarse», secondo l’ufficio di sanità pubblica nella contea di King, la più popolosa dello stato e sede di Seattle, città di oltre 700.000 abitanti. Sulla costa opposta, New York ha confermato il suo primo caso di positività. «La paziente, una donna di circa 30 anni, ha contratto il virus mentre viaggiava in Iran ed è attualmente isolata nella sua casa», ha detto ieri sera il governatore Andrew Cuomo, aggiungendo che la paziente «non è in gravi condizioni ed è in una situazione controllata da quando è arrivata a New York». Confermato negli Stati Uniti il secondo decesso legato al coronavirus, sempre nello stato di Washington. Lo rendono noto oggi fonti della Sanità americana, aggiungendo che si registra anche il primo caso di contagio a New York.

Completato sbarco Diamond Princess, ultimo è comandante Gennaro Arma. È stato completato lo sbarco di tutti i passeggeri e membri dell’equipaggio ancora a bordo della Diamond Princess a Yokohama in Giappone. Un gruppo di 69 passeggeri indonesiani hanno fatto ritorno in patria con un aereo charter e saranno tenuti in osservazione nei pressi di Jakarta. Altri saranno trasferiti su disposizione del ministero della Salute giapponese in strutture ospedaliere per una quarantena precauzionale. Tra le persone sbarcate anche il comandante italiano della nave, Gennaro Arma.

Altri morti in Iran. Altre 12 persone che avevano contratto il coronavirus (Covid-19) sono morte tra ieri e oggi in Iran, portando il totale delle vittime confermate a 66. I nuovi casi registrati sono 523. I contagiati complessivi diventano così 1.501. Lo ha riferito il viceministro della Salute di Teheran, Alireza Raissi.

L’Uzbekistan Airways ha sospeso i voli per Tokyo e Roma dal 1 marzo a causa dell’epidemia di coronavirus in Giappone e in Italia. «L’Uzbekistan Airways sospende temporaneamente i voli regolari per Tokyo e Roma il 1ø marzo a causa dello scoppio del coronavirus in Giappone e in Italia», ha dichiarato la compagnia aerea in un comunicato. Tutti coloro che arrivano da paesi che hanno registrato casi di coronavirus saranno messi in quarantena per 14 giorni. Come riportato domenica, i voli regolari per Seul saranno temporaneamente sospesi nella stessa data. Lo riporta Interfax.

La Nike chiude il quartier generale in Europa, in Olanda, per due giorni, dopo che un dipendente è risultato positivo al coronavirus. Lo riferisce il Guardian, riprendendo l’agenzia olandese Anp. Gli uffici, che si trovano a Hilversum, saranno sottoposti ad una disinfestazione tra oggi e domani, mentre l’impiegato resterà in isolamento a casa per 14 giorni. Nella sede olandese del colosso americano di abbigliamento sportivo lavorano circa duemila persone provenienti da 80 paesi. In Olanda finora le autorità hanno riportato dieci casi di contagio da coronavirus.

L’Indonesia ha riportato oggi i suoi due primi casi confermati di coronavirus. Una donna di 64 anni e sua figlia di 31 sono risultate positive ai test in un ospedale di Giacarta, ha dichiarato il ministro della Salute indonesiano Terawan Agus Putranto. «Entrambe sono in buone condizioni e non hanno gravi difficoltà respiratorie», ha detto Terawan. Le due potrebbero essere state in stretto contatto con un cittadino giapponese che è risultato positivo dopo essere tornato nella vicina Malesia.

L’Australia ha rafforzato gli avvisi di viaggio verso l’Italia, consigliando di esercitare un alto grado di cautela attraverso tutto il paese, «dato il rischio accresciuto di trasmissione locale sostenuta di coronavirus (COVID-19)». E consiglia in particolare di «riconsiderare la necessità di recarsi in 10 piccole città in Lombardia e una in Veneto che sono state isolate dalle autorità italiane». Il governo di Canberra ha inoltre annunciato il divieto all’entrata degli stranieri provenienti dall’Iran, che dovranno trascorrere due settimane in un paese terzo prima di essere autorizzati ad entrare in Australia, mentre i cittadini australiani e i residenti permanenti dovranno isolarsi per due settimane dopo il ritorno dall’Iran. L«Australia ha finora registrato 27 casi confermati di contagio e ha confermato la prima vittima del virus entro i suoi confini: è morto domenica in un ospedale di Perth un uomo di 79 anni evacuato dalla nave di crociera infestata dal virus e rimasta a lungo attraccata in Giappone, la Diamond Princess. La moglie di 79 anni, anch’essa contagiata durante la crociera, resta ricoverata nello stesso ospedale in condizioni stabili.

La Corea del Sud ha registrato altri 476 casi di infezioni dovute al nuovo coronavirus e quattro decessi aggiuntivi: lo riferisce il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc), secondo cui i contagi accertati nel Paese sono nel complesso 4.212 e il numero dei morti è salito a 22.

https://www.ilmessaggero.it/italia/diretta_coronavirus_italia_news_ora_per_ora_tempo_reale_decreto_contagi_morti_mondo-5085838.html
Tourits wearing face masks visit the inside the Duomo gothic cathedral as it reopened to the public after being closed due to the COVID-19 virus outbreak in northern Italy,Milan, Italy, Monday, March 2, 2020.ANSA/Mourad Balti Touati
(Visited 36 times, 1 visits today)