Coronavirus, pronti i buoni spesa per chi è in difficoltà: quanto valgono, chi può richiederli e come fare

Il governo ha previsto lo stanziamento di 400 milioni di euro che serviranno ai buoni spesa da consegnare alle famiglie in difficoltà. Ai Comuni viene lasciata libertà di scelta su come dividere i buoni. La distribuzione del cibo avverrà, dove ci sono, attraverso i banchi alimentari ancora aperti, negli altri casi spetterà ai servizi sociali distribuire i buoni. Nel caso si tratti di anziani che non hanno la possibilità di uscire, saranno i volontari a recarsi al supermercato per loro e poi consegnare la spesa”. Il buono dovrebbe oscillare da un minimo di 25 euro a un massimo di 50 per nucleo familiare da spendere nei supermercati  convenzionati coi Comuni, ma anche su questo aspetto verrà lasciata libertà decisionale alle singole amministrazioni locali. I soldi dovranno bastare fino al 15 aprile, quando invece inizierà l’erogazione dei 600 euro per la fasce deboli previsti dal Cura Italia. In attesa che i Comuni attivino un numero ad hoc da chiamare, chi ha bisogno del contributo può chiamare il numero del Comune e chiedere immediata assistenza.

https://corrieredellumbria.corr.it/news/coronavirus/1547764/coronavirus-buoni-spesa-famiglie-difficolta-comuni-richiederli-come-fare.html
(Visited 14 times, 1 visits today)