Coronavirus, Regione Lazio: ci si potrà spostare per lavorare l’orto o curare gli animali da cortile

Coronavirus, Regione Lazio: ci si potrà spostare per lavorare l’orto o curare gli animali da cortile.

Chi ha un orto, dei terreni coltivati o degli animali da cortile lontano dalla propria abitazione di residenza dal 15 aprile potrà recarvisi grazie a un’ordinanza emanata dalla Regione Lazio.

Gli spostamenti potranno avvenire anche verso Comuni limitrofi purché nel rispetto di quanto previsto dai Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri e di tutte le norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19.
“Tale decisione nasce dalla constatazione che tali attività possono essere considerate di urgenza e necessità in relazione al fatto che la gestione dei fondi agricoli incide positivamente alla riduzione del rischio idrogeologico e alla prevenzione di incendi boschivi.Non sfugge anche l’importanza che nell’economia di molte famiglie svolgono sia la coltivazione agricola che la tutela degli animali da cortile, ancorché svolta a livello amatoriale, che in un periodo di difficoltà e crisi come quello che stiamo attraversando rappresentano una fonte di approvvigionamento di prodotti alimentari destinati all’autoconsumo familiare”, dice il consigliere regionale del Pd Fabio Refrigeri.
L’ordinanza regionale permette lo spostamento: per non più di una volta al giorno; di un solo componente del nucleo familiare; limitatamente agli interventi necessari alla tutela delle produzioni vegetali e degli animali da cortile allevati, consistenti nelle indispensabili operazioni colturali che la stagione impone, ovvero per accudire gli animali allevati.

https://corrierediviterbo.corr.it/news/home/1572882/coronavirus-regione-lazio-spostamenti-verso-orti-animali-da-cortile-ordinanza.html
(Visited 17 times, 1 visits today)