Coronavirus scuola, rivoluzione esami di terza media e maturità se non si torna sui banchi entro il 18 maggio

L’esame di maturità rischia di essere letteralmente stravolto causa Coronavirus. La prova unica potrebbe essere un esame orale a distanza. Se gli studenti non potranno tornare tra i banchi entro il 18 maggio, sarà questa la soluzione per assegnare i diplomi 2020. Le disposizioni sono contenute nel provvedimento varato dal ministro dell’Istruzione che dovrebbe essere approvato nella giornata di oggi, 3 aprile, e che si chiama “Misure urgenti per gli esami di Stato e la valutazione dell’anno scolastico in corso”. Se invece sarà possibile far tornare gli studenti tra i banchi, la seconda prova sarà predisposta direttamente dalle commissioni che saranno interne e con un solo commissario esterno, il presidente. Stando al provvedimento in approvazione non si terrà conto della prova Invalsi, né delle ore di presenza, dei debiti formativi e delle sanzioni disciplinari. Ancora più semplici gli esami di terza media che addirittura potrebbero addirittura essere cancellati, sostituiti dalla valutazione del consiglio di classe oppure rimodulati e semplificati con l’eliminazione di una o più prove. Per le classi intermedie se l’attività didattica riprenderà entro il 18 maggio, il provvedimento prevede la definizione dell’eventuale recupero degli apprendimenti in tutti i cicli nel corso dell’anno scolastico successivo a decorrere dal primo settembre 2020, quale attività didattica ordinaria. 

https://corrieredellumbria.corr.it/news/coronavirus/1555049/coronavirus-scuola-esami-rivoluzionati-se-non-torna-scuola-18-maggio-come-saranno-maturita-terza-media-rientro-scuola-lezioni-studenti.html
(Visited 26 times, 1 visits today)