Dbrs taglia il rating dell’Italia: “Sistema bancario è debole”

L’agenzia di rating canadese adesso si allinea alle altre che avevano tolto la “A” al nostro Paese declassandolo a “BBB”

L’agenzia Dbrs ha tagliato il rating dell’Italia da A a “BBB”, il trend è stabile.

Lo sottolinea l’agenzia di classificazione canadese in una nota. L’agenzia – con sede a Toronto (Canada) e uffici a New York, Chicago e Londra – ha rivisto il suo giudizio riflettendo “una combinazione di fattori inclusa l’incertezza rispetto alla abilità politica di sostenere gli sforzi per riforme strutturali e la continua debolezza del sistema bancario, in un periodo di fragilità della crescita”.

Di fatto dunque l’agenzia canadese si allinea con la altre agenzie di rating che già in passato avevano tolto la “A” all’Italia. A pesare dunue sul giudizio le recenti vicende del sistema bancario che ormai da mesi fotografano una situazione con gli istituti in sofferenza. Proprio nei giorni scorsi il governo ha varato il piano per il salvataggio del Monte dei Paschi di Siena. Nella nota diffusa, si legge: “Dbrs ritiene che, in seguito al referendum bocciato sulle modifiche costituzionali che avrebbe potuto fornire una maggiore stabilità di governo e la successiva dimissioni del primo ministro Renzi, il nuovo governo ad interim può avere meno spazio per passare ulteriori misure, limitando così il rialzo delle prospettive economiche”.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/dbrs-taglia-rating-dellitalia-sistema-bancario-debole-1351285.html

(Visited 4 times, 1 visits today)