• Mar. Dic 1st, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

De Luca indagato per concussione con altri sei: «Io sono la parte lesa». Mastursi si dimette da responsabile Pd

DiPasquale Stavola

Nov 11, 2015

WCENTER 0SPLBBMHIN                Foto LaPresse - Marco Cantile Napoli, 11/11/2015 Politica Conferenza stampa del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca dopo i fatti giudiziari che lo hanno riguardato. Nella foto: Vincenzo De Luca durante la conferenza stampa a palazzo S. Lucia

Sono 7 gli indagati della procura di Roma nell’inchiesta che coinvolge Vincenzo De Luca. Con il governatore sono iscritti tra gli altri con l’accusa di concussione per induzione, il giudice Anna Scognamiglio e l’ex capo segreteria di De Luca, Carmelo Mastursi. Tutti, tranne De Luca, sono stati perquisiti il 19 ottobre.

Gli altri indagati sono l’avvocato Guglielmo Manna, marito della Scognamiglio, Giorgio Poziello e Gianfranco Brancaccio, intermediari, Giuseppe Vetrano, ex coordinatore delle liste che hanno sostenuto De Luca in campagna elettorale. Nessuno dei perquisiti ha fatto ricorso al tribunale del riesame di Roma per impugnare i decreti di sequestro. L’inchiesta, affidata ai pm Corrado Fasanelli e Giorgio Orano, ha preso spunto da una trasmissione di atti da parte della procura di Napoli.

La Procura di Roma avvia così indagini a carico del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ma afferma «senza alcun margine di equivoco» la sua «totale estraneità a qualunque condotta meno che corretta», chiede di essere ascoltato dai magistrati e annuncia per domani una conferenza stampa per chiarire «ogni aspetto» della vicenda.

«Sostengo pienamente l’azione della magistratura» e la invito ad andare avanti, ha detto De Luca in conferenza stampa a Napoli, che ha poi sottolineato: «Io sono parte lesa in questa vicenda, io e l’istituzione che rappresento».

«Io non sono a conoscenza di nulla», ha quindi ribadito il governatore. De Luca ha aggiunto di non conoscere Guglielmo Manna, che è marito del giudice Anna Scognamiglio ed è al centro dell’inchiesta della Procura di Roma nella quale De Luca è indagato.

«Da Napoli lanciamo la sfida della trasparenza, della correttezza e del rigore amministrativo. Noi e il partito in cui milito siamo protagonisti di questa sfida e non arretreremo di un passo», ha detto ancora De Luca, in conferenza stampa, parlando di «infami speculazioni politiche» di queste ore.

«Keep calm e al lavoro», ha concluso il governatore rinvolgendosi ai suoi collaboratori e annunciando le iniziative che la Giunta Regionale avvierà lunedì prossimo.

 

Le dimissioni di Mastursi. Carmelo «Nello» Mastursi si è dimesso dall’incarico di responsabile dell’organizzazione del Pd della Campania. Lo rende noto la segreteria regionale del Pd della Campania. Mastursi, che nei giorni scorsi si è dimesso da capo delle segreteria del presidente della Campania De Luca, è indagato con lo stesso De Luca dalla Procura di Roma.

Mastursi – rende noto il Pd della Campania – ha rassegnato le proprie dimissioni con una lettera alla segretaria regionale della Campania del Pd, Assunta Tartaglione. Mastursi – spiegano fonti del Pd della Campania – è al momento un semplice iscritto al partito.

http://www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/CRONACA/campania_de_luca_pilotata_sentenza_reintegro/notizie/1673676.shtml

(Visited 8 times, 1 visits today)