• Gio. Nov 26th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Decisione storica: Honk Kong mette fuorilegge tutto il commercio di avorio

DiPaul Polidori

Gen 23, 2016

Hong Kong vieterà l’import e l’export di avorio. Lo ha annunciato il chief executive della Regione amministrativa speciale della Cina, Leung Chun-ying. Si tratta di una decisione storica, considerando che Hong Kong è uno degli hub principali del commercio dell’avorio. La decisione è frutto delle crescenti pressioni dei movimenti ambientalisti. “Il governo è preoccupato circa la caccia di frodo degli elefanti in Africa. Avvieremo – ha detto Leung parlando al Legco, il ‘parlamentino’ hongkonghese – al più presto l’iter legislativo per bandire l’importazione e l’esportazione dei trofei di caccia all’elefante“.

L’esecutivo, “individuerà attivamente altre misure adeguate” per abolire il commercio locale di avorio. Leung non ha specificato la data in cui il bando entrerà in vigore. Per lo scalo internazionale di Hong Kong, sia aeroportuale sia portuale, transitano  senza alcuna autorizzazione, o in via illegale, i container coll’avorio in arrivo dall’Africa, come testimoniò il sequestro record di oltre 8 mila kg nel 2013. La dichiarazione del chief executive è stata salutata con favore dagli animalisti, i quali sollecitano che venga tradotta quanto prima nel provvedimento legislativo.

L’avorio incontra il favore dei collezionisti cinesi per la oggettistica – dalle bacchette per il cibo ai soprammobili ai monili – e le zanne d’elefante sono utilizzate nella medicina tradizionale asiatica. Un report pubblicato da Save the Elephants a luglio 2015 ha sottolineato che il mercato dell’avorio di Hong Kong sta portando i pachidermi all’estinzione. “La storia ha dimostrato che le vendite legali di avorio servono soltanto a fornire una copertura per il commercio clandestino, che alimenta – si legge in un comunicato di Peter Knights di WildAid – il bracconaggio cui assistiamo in Africa. Hong Kong è sempre stato l’epicentro di questo commercio”. Le stime ufficiali affermano che 242 tonnellate di avorio sono state vendute a Hong Kong tra il 1990 e il 2008, in media 13 tonnellate l’anno. La Cina rappresenta il 70% della domanda mondiale di avorio e ritenuta causa dell’uccisione di 30 mila elefanti africani ogni anno. Attualmente la popolazione di elefanti nel Continente Nero è stimata in 470 mila unità allo stato libero, contro le 550 mila del 2006 secondo i dati di Ngo Elephants Without Borders. Il commercio internazionale di avorio, salvo eccezioni di alcuni Paesi, è considerato fuorilegge dal 1989 a conseguenza del veloce declino della popolazione di elefanti, che toccava alcuni milioni di esemplari a metà del ventesimo secolo.

thumb

http://www.quotidiano.net/animali/animali-avorio-commercio-1.1645497

 

(Visited 11 times, 1 visits today)