Dinosauri: fascino e mistero parte 4 di 4

tumblr_inline_noh7doJJvw1sh4fif_1280

Il periodo giurassico, o Prima Età dei Dinosauri, finì circa 136 milioni di anni fa. In questo periodo molte specie di dinosauri si erano già estinte. I supergiganti sauropodi non c’erano più. I Megalosaurus e lo Stegosaurus erano anche loro estinti per sempre. Malgrado queste estinzioni, i dinosauri rimasero i dominatori del mondo. In realtà erano più comuni che mai , a causa dell’apparizione di nuove specie. Il periodo cretaceo, o Seconda Età dei Dinosauri, durò per 71 milioni di anni, persino più a lungo della Prima Età dei Dinosauri. Il periodo cretaceo fu l’età dei più grandi animali carnivori di terra, così come dei più variati e meglio armati dinosauri erbivori. C’era anche l’età in cui la superficie terrestre stava cambiando rapidamente. Probabilmente questi cambiamenti della Terra causarono l’apparizione di molte nuove specie di dinosauri. La maggior parte dei nuovi erbivori, con il loro formidabile armamento di corna affilate e di gibbose armature di difesa, apparvero nell’emisfero settentrionale. Nel periodo cretaceo, questi si erano spostati nell’emisfero meridionale.

Ichthyornis che assomiglia ad un gabbiano di oggi. Hesperornis che è un uccello incapace di volare. Pteranodon e Quetzalcoatlus entrambi rettili volanti. Il secondo menzionato fino a 15m di apertura alare.

Archelon lungo 4m era la più grande di tutte le tartarughe.

Mosasauro era un rettile di mare molto grande, una lucertola che cresceva fino a 15m di lunghezza.

Le magnolie furono le prime piante angiosperme a fiorire, durante il tardo mesozoico. Le angiosperme, grazie ad un involucro esterno che proteggeva i semi, avevano maggiori probabilità delle cicadee di prosperare nei freddi climi delle terre settentrionali nel tardo cretaceo.

Il Deinonychus era lungo 3m e sulle zampe posteriori possedeva un grande artiglio con cui tagliava il corpo della sua preda. Come toccava la vittima, questo artiglio scattava verso il basso, infliggendo una ferita terribile. Ci basta pensare a Jurassic Park nella scena in cui il professor Grant spiega a un innocente bambino l’uso dell’artiglio dei Velociraptor. Difatti, anche il Deinonychus aveva lunghe zampe anteriori con artigli affilati per fare a pezzi la preda.

Il Tyrannosaurus Rex è il più grande ed il più terrificante e massiccio di tutti i carnivori di terra.

Un altro terrificante carnivoro è lo Spinosauro che ha una specie di vela sul dorso, che è presente in Jurassic Park III.

Lo Scolosaurus oltre alle placche ossee e agli aculei cornei sul dorso e sui fianchi, aveva spine sulla coda e sulla parte superiore delle zampe anteriori. Lo Scolosaurus visse in Nordamerica nel tardo cretaceo. Esso mangiava piante basse ( appiattito come un coccodrillo ) ma non l’erba, che nel mesozoico non si era ancora evoluta.

Il Protoceratops è una piccola primitiva versione del Triceratops, ma senza i tre corni ma munito di becco appuntito. Il Protoceratops è un famoso fossile perché fu il primo dinosauro scoperto insieme alle sue uova, la prova che i dinosauri si riproducevano in questo modo.

Il Triceratops che si vede in Jurassic Park; ovvero la scena in cui il dinosauro munito di tre corni che è sdraiato perché malato per aver mangiato delle piante insolite. La dottoressa che lo cura, dice:

Dovrei esaminare degli escrementi di dinosauro!” Poi lei esamina i suoi escrementi e Malcolm le dice:

Si ricordi di lavarsi le mani, prima di mangiare!”

Il Parasaurolophus aveva il becco d’anatra e cresta. La cresta serviva per spaventare i suoi rivali. ( Come i cervi di oggi ). Questo dinosauro si vede in Jurassic Park nella scena del lago di giorno. Ma anche presente in “Il Mondo Perduto” nella scena della caccia di giorno.

Anatosaurus era un erbivoro che raggiungeva i 9m di lunghezza. Esso è un dinosauro a becco d’anatra ( simile all’attuale ornitorinco ), aveva una bocca piena di piccoli denti macinatori.

Il Pachycephalosaurus che si vede nel secondo film di Jurassic Park “Il Mondo Perduto”; ovvero quel dinosauro con la testa corazzata che si vede che attacca una jeep e la persona a bordo viene buttata fuori dalla parte opposta . Questo dinosauro combatteva per il dominio del branco.

Autunno nell’America settentrionale durante il tardo cretaceo. La lussureggiante vegetazione sempreverde, di cui si cibavano un tempo i dinosauri erbivori, è scomparsa. Degli alberi che hanno preso il posto dell’antica vegetazione, molti perdono le foglie all’avvicinarsi dell’inverno. Il freddo sempre più intenso e la mancanza di cibo potrebbero essersi dimostrati letali per tutti i dinosauri vissuti durante quest’ultima fase del mesozoico.

Il Dimorphodon era un rettile alato del periodo giurassico; nella Prima Età dei Dinosauri. Esso planava solo su brevi distanze tra un albero o una roccia e l’altra, più come gli scoiattoli di oggi.

Lo Pteranodon che si vede nel 2° e 3° film di Jurassic Park, ovvero la scena finale di “Il Mondo Perduto” e la “gabbia per uccelli” scoperta dal dottor Grant in Jurassic Park III.

Questo terribile rettile volante aveva una apertura di ali fino a 7m, ma non aveva denti e catturava le sue prede usando il suo enorme becco come i pellicani di oggi.

Il Rhamphorhynchus che era una planatore molto avanzato. Esso aveva un corpo magro e leggero, ali molto lunghe e testa piccola. I suoi denti erano molto lunghi e puntavano in avanti. Probabilmente esso li usava per infilzare i pesci di cui si nutriva. La sua coda, con timoni bilanciatori, lo aiutava a governare mentre planava sull’acqua.

Ichthyuosaurus che assomiglia al delfino, in realtà è un rettile. Questo antico rettile marino assomiglia anche al pescespada. Difatti il suo nome significa “pesce-rettile” .

Il Pliosaurus era un potente nuotatore che si lanciava sulla sua preda quasi come le orche odierne. Il Pliosaurus è il mostro marino che si vede nelle prime scene di Jurassic World; nella scena del parco acquatico.

In conclusione, i rettili dominarono la Terra per un lungo periodo di tempo. L’Età dei Dinosauri è durata trenta volte quella dell’uomo; ma il predominio dei rettili finì 65 milioni di anni fa, quando subentrarono per la prima volta i mammiferi. Oggi, i rettili sono molto inferiori in numero e varietà di quello che erano ai tempi dei dinosauri. Ma questo non significa che siano creature rare, o in via di estinzione. Alcuni gruppi di rettili stanno ancora largamente riproducendosi. Le lucertole e i loro parenti serpenti sono anche numerosi nelle foreste e nelle praterie. Tartarughe e testuggini, malgrado siano poche di numero, sono ancora più antiche; esistevano già da prima del tempo dei dinosauri. Ciò vale anche per il tuatara, un rettile della Nuova Zelanda che assomiglia a una grande lucertola, ma che è molto più antico di questa.

I rettili che più meritano il nome di dinosauri viventi sono i coccodrilli e gli alligatori ed i loro parenti caimani. La testa e le rapaci mascelle di un coccodrillo assomigliano molto a quelle di un mostro carnivoro come il tirannosauro.

FITOSAURUS

Anatosuchus_BW

KUEHNEOSAURUS

article-1035328-01F5385300000578-765_468x375

 

 

DEINONYCHUS

deinonychuspic

 

 

DIMETRODON

dimetrodonWC4

 

 

PLESIOSAURUS

loch_ness

(Visited 205 times, 1 visits today)