• Mer. Gen 20th, 2021

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Dopo 200 anni ritrovato il corpo di un monaco buddista ancora in meditazione

DiPaul Polidori

Ott 4, 2016

Vi sembra possibile che dopo la bellezza di 201 anni un monaco buddista completamente mummificato sia ancora vivo?. E’ La teoria stupefacente di alcuni buddhisti: essi affermano che un credente può raggiungere quei livelli grazie ad una profonda meditazione. Il corpo ovviamente è stato esaminato da alcuni scienziati incuriositi dello strano fatto. Hanno constatato che l’uomo è stato ricoperto da una pelle animale. non è ancora però chiaro se si tratta di mucca o cavallo. Il ritrovamento del monaco è avvenuto nei pressi del distretto di Songino Khairkhan, a nord ovest di Ulan Bator. Gli scienziati per il loro conto continueranno ad analizzare il corpo e cercare nuove dettagli più interessanti. Dalla parte buddista il fondatore dell’istituto di arte buddista in Mongolia, Gankhüügiin Pürevbat, afferma che lo stato di profonda meditazione è un’antica tradizione dei lama buddisti.

Esso spiega che il monaco è seduto nella posizione del loto e cioè con la mano sinistra aperta, gambe incrociate e la mano destra messa nell’atto della predicazione delle dottrine del Sutra.

Oltre alla sua dichiarazioni molti altri esperti buddisti hanno cercato di spiegare l’evento dicendo che alcuni monaci nel loro profondo stato di meditazione possono raggiungere uno stadio che va dalla vita alla morte. Gli scienziati restano, secondo le loro teorie, un po’ contrari a queste definizione ma non si spiegano comunque come mai dopo duecento anni il suo corpo non si sia degradato completamente.

Un’importante considerazione da fare è che il corpo è stato riesumato nel 2002 e che non completamente morto perché la temperatura, durante le cerimonie, sale.  Si pensa che il monaco mummificato sia morto nel XIX secolo e la sua identità è ancora sconosciuta, Nel video sottostante potete tranquillamente osservare e ascoltare l’evento raccontato da un ragazzo della mongolia attivando opportunamente i sottotitoli. Se volete visionare la mummia potete andare al monastero di Ivolginsky, dove è custodita.

 

maxresdefault

http://www.italianiuniti.it/200-anni-corpo-un-monaco-buddista/

 

 

(Visited 88 times, 1 visits today)