Ecco come un dispiacere può trasformarsi in malattia