Emergenza coronavirus, il sindaco di Fiano Romano al premier: “Trattenga gli stipendi ai politici”.

Emergenza coronavirus, il sindaco di Fiano Romano al premier: “Trattenga gli stipendi ai politici”.

“Ad aprile trattenga le indennità di tutti i politici”. Non è la richiesta del classico cittadino arrabbiato o della solita lettera anonima che circola periodicamente sui social. Questa richiesta, espressa direttamente al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte tramite una lettera, arriva direttamente dal sindaco di Fiano Romano Ottorino Ferilli che ha analizzato le risorse destinate ai comuni con l’ultimo provvedimento governativo. “Far slittare scadenze non è un aiuto. Chi è insolvente oggi lo è perché non guadagna più” ha scritto Ferilli che ha elogiato la sua città: “la mia Comunità invece di chiedere si è sollevata in un accorato moto solidale verso l’altro, verso chi è in stato di bisogno. Normale direbbe chiunque. Normale perché “l’emergenza richiede sacrifici”. Ma a chi si chiede il sacrificio? Chi deve ancora sacrificarsi e per cosa?” chiede Ferilli.

Il primo cittadino nella lettera ha scritto di non sentirsela “di chiedere sacrifici alla mia Comunità, né di dare elemosina. Non abbiamo questuanti in stato di bisogno ma persone pronte a mettere beni di prima necessità nelle piazze, per strada, in giro e in ogni luogo perché il bisognoso ne usufruisca mantenendo dignità. I nostri cittadini non hanno bisogno di un buon padre per sentirsi al sicuro; hanno bisogno di fiducia, di rispetto. Essi hanno, adesso, necessità di vedere una Politica credibile, autorevole, proba. Le ho sentito dire che bisogna procedere con ritmi serrati a “burocrazia zero”. Presidente, ad Aprile, trattenga le indennità di tutti i politici!”. 

https://corrieredirieti.corr.it/news/home/1549423/coronavirus-fiano-romno-sindaco-ottorino-ferilli-lettera-premier-conte-trattenga-gli-stipendi-dei-politici-per-l-emergenza.html
(Visited 30 times, 1 visits today)