• Mar. Nov 24th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Il gioco dell’Imprenditore sulla nostra salute

Faccio una premessa: da questo articolo sono esclusi tutti gli imprenditori onesti, e che sono morti per la loro onestà!
Vi siete mai domandati per qual motivo siamo sempre arrabbiati, stanchi e irascibili? Semplice: avete notato come siamo sempre di corsa? La mattina non facciamo in tempo a svegliarci che già siamo in ritardo così ci alziamo due ore prima per avere la certezza di non fare tardi a lavoro. Quando usciamo per quanto presto sia rimaniamo in coda nel traffico, così ci alziamo ancora prima per non avere problemi di questo tipo. Nel pomeriggio poi quando usciamo dal lavoro (per altro ad orari impossibili ) il pomeriggio ormai è andato, eh si perché spesso finiamo di lavorare alle 17.30 per i più fortunati, ma c’è anche chi stacca alle 20, in questo modo non abbiamo neanche tempo per fare le nostre cose, come andare alle poste o comprare quello che ci serve , anche perché siamo impossibilitati a fermarci ovunque ci serva per via di divieti e vigili idioti che non aspettano altro che tu parcheggi in quel modo per farti la multa. Se si è più fortunati il vigile, caro compagno di vita, ci aspetterà sotto il posto di lavoro per farci la multa e toglierci parte del guadagno della giornata. Alcuni di voi ancora si domandano per quale motivo ci ammaliamo e siamo stressati? Beh basterebbe avere orari di lavoro flessibili, posti di lavoro vicini a casa e più tempo libero e dormire il giusto che serve per ricaricare le forze. Si lo so questo è il mondo delle favole, ma il problema è che nessuno si ribella, nessuno azzarda a chiedere, chiniamo la testa e andiamo avanti come un gregge costretto a compiere la stessa routine. Chi vi scrive è un uomo in causa con il lavoro, proprio per aver alzato la testa ma non ho paura, perché vedete spesso i datori di lavoro non brillano per intelligenza e perspicacia come si pensa. Se andiamo a vedere spesso infrangono leggi lavorative e non tengono fede ai contratti. Basterebbe vedere che spesso lo stipendio non arriva sul conto come da contratto ogni 27 del mese, ma addirittura il quindici di due mesi più avanti. Con questo sistema signori sappiate che vi rubano lo stipendio. Eh si perché scalando di giorno ti pagano sempre uno stipendio in meno perché anzi che pagarti per il mese corrente si scatta al mese successivo, si ma il pagamento è di due mesi prima. Quando poi si chiede: “Ma lo stipendio di questo mese?”, l’imprenditore ti dirà: “eccolo!” e tu risponderai: “Ah è questo? E’ quello di due mesi fa ancora non pagato”, l’imprenditore ti risponderà: “Ma come? Eccolo te l’ho pagato!” allora controbatterai: “Ma allora questo è lo stipendio di due mesi fa e non di questo mese” e così via. Si chiama il gioco dell’imprenditore, quello di darti i soldi con una mano mentre te la stringe, girandotela e sfilandoti i soldi con la mano rimasta libera. Un altro gioco è quello del: “mi dispiace non ci sono soldi!”, allorché uno domanda: “Ma allora come fai ad andare fuori in vacanza, a premetterti quella macchina e il tuo tenore di vita?”, l’imprenditore risponderà: “Beh quelli sono soldi miei”, e allora domanderai: “Perché allora non ci paghi con i tuoi soldi? L’azienda è tua quindi tu puoi recuperarli con le entrate” e l’imprenditore risponderà: “Eh, che c’entra questi sono soldi miei che ho preso questo mese, che vuoi che ti paghi con il mio stipendio?”
Io continuo a battermi per i miei diritti. Piero Ricca dice sempre: “Alzare la testa è un diritto!”.

(Visited 19 times, 1 visits today)