Gli esperti: “Verso un virus stagionale, con misure intermittenti fino al 2022”

Gli esperti: “Verso un virus stagionale, con misure intermittenti fino al 2022”

Il Sars-Cov-2 potrebbe diventare stagionale e comportarsi come l’influenza, ripresentandosi con la revoca delle misure del distanziamento sociale.

È questa la tesi di un team di ricercatori, che su Science ha pubblicato uno studio che indaga il possibile futuro della pandemia.

Secondo gli esperti, guidati da Stephen M. Kissler dell’Harvard T. H. Chan school of public health di Boston, potrebbe essere necessario mantenere le misure di distanziamento in modo intermittente anche nel 2022, per far fronte alle ondate dell’epidemia. La previsione, per il futuro, è quella di un andamento stagionale, la cui durata dipenderà dall’immunità dell’uomo, tema su cui gli scienziati sanno ancora poco. Per questo, sostiene lo studio riportato da AdnKronos, sono necessari “urgentemente studi sierologici longitudinali per determinare l’estensione dell’immunità della popolazione e per capire se questa immunità diminuisce con il tempo e con quale frequenza”.

Le autorità sanitarie ritengono “improbabile” che il nuovo coronavirus si comporti come il Sars-CoV-1, scomparso dopo una breve epidemia. In questo caso, invece, l’andamento dell’infezione potrebbe essere più simile a quello influenzale, con una “circolazione stagionale”. Il team di Kossler ha incrociato i dati sulla stagionalità dei coronavirus umani noti con un’immunità potenziale, ipotizzando un modello pluriennale (su 5 anni), che è stato usato per studiare le misure di distanziamento sociale.

Sulla base delle simulazioni, effettuate per studiare la durata del mantenimento della misura, gli scienziati hanno portato alla luce l’importanza della velocità con cui si riduce l’immunità umana al virus, fattore essenziale per determinare l’incidenza del virus nel tempo. Di questo dato, però, si sa ancora poco. In ogni caso, in tutti gli scenari simulati, il coronavirus è riapparso con la revoca delle misure di distanziamento sociale. Inoltre, le simulazioni mostrano che le varie ondate di Covid-19 potrebbero manifestarsi in modo intermittente fino al 2025, ma i nuovi farmaci e terapie potrebbero attenuare la necessità di misure sociali.

Ma, secondo gli autori della ricerca, in mancanza di vaccino “potrebbe essere necessario mantenere una sorveglianza e un distanziamento intermittente nel 2022″. In questo modo, gli ospedali potrebbero aumentare la loro capacità, evitando di collassare sotto la pressione di una nuova ondata del virus, che potrebbe sommarsi nuovamente all’influenza. “Il nostro obiettivo- scrivono i ricercatori- non è di approvare queste misure, ma di identificare le probabili traiettorie dell’epidemia con approcci alternativi”.

https://www.ilgiornale.it/news/cronache/esperti-verso-virus-stagionale-misure-intermittenti-fino-1853912.html
(Visited 42 times, 1 visits today)