GLORIA GUIDA, IL SOGNO PROIBITO DI UNA GENERAZIONE