• Mer. Dic 2nd, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

IL DIVORATORE DI ANIME – CAPITOLO 49

DiPietro Sciandra

Ott 15, 2016

diavolo_3bca99_c

Capitolo 49

Riccardo conosce Claudia. Claudia è una bionda non molto alta, occhi marroni, capelli lisci, molto lunghi, molto snella, però con forme invitanti.

Riccardo appena la vede, tenta subito di sedurla e di entrarci in confidenza. Lei prende molto in simpatia Riccardo, e si accorgono di andare molto d’accordo. Claudia cede in poco tempo alle lusinghe di Riccardo, lei non si rende conto se si senta debole nei confronti di Riccardo, oppure non riesce a fare a meno di lasciarsi andare. Riccardo è un vero maestro della seduzione, e riesce a possedere Claudia in poco tempo, e prendere la sua anima. Tutto questo in un solo pomeriggio. Riccardo ha capito che Claudia oramai è sua, con tutto ciò, in ogni caso, non può affezionarsi, perché al momento che Riccardo si innamori veramente e creda di aver trovato la sua sposa, non potrà mai darsi pace, perché lui non potrebbe mai cambiare vita così in modo drastico, e poi ha il problema che spero che ricorderete che non può tenere addosso l’oro, quindi la fede nuziale non potrebbe mai metterla. Riccardo vede in Claudia solo una vittima occasionale, nulla di più, anche perché non è neppure sicuro di rivederla in futuro.

Riccardo incontra Franca. Franca era la ragazza di un cugino di Riccardo. Essendosi lasciati, Riccardo vuole dimostrare a se stesso ed a Franca soprattutto, di essere meglio di suo cugino in ogni aspetto; in ogni caso Riccardo non può farsi sfuggire un’occasione di sfida e di confronto. Riccardo che era in competizione in ogni cosa con suo cugino Michele; che poi era più grande di lui. Riccardo non si rassegnava all’idea che suo cugino Michele potesse superarlo in qualche cosa, e così si spingeva in sfide assurde pur di non dargliela vinta, od al limite di vendere cara la pelle. Riccardo tenta di sedurre Franca in ogni modo, ma lei sembra non avere nessuna intenzione di cedere. Riccardo voleva mettere in chiaro con Franca una cosa; ovvero che lui non doveva essere ricordato come il cugino di Michele, ma il contrario, Franca doveva capovolgere i ruoli, cioè Michele doveva essere il cugino di Riccardo, perché ora doveva venire prima Riccardo, e poi ricordare che Michele fosse suo cugino. Riccardo voleva dimostrare in questo modo di essere lui il numero uno e che per Franca dovesse contare solo Riccardo e che Michele fosse solo una storia passata e che mai più potrà ritornare. A Riccardo nemmeno piaceva Franca; era una questione di onore, di supremazia, di mostrare quanto fosse meglio lui di suo cugino, e non solo fisicamente. Riccardo non poteva sopportare che la ragazza di un suo cugino potesse cadere in mano ad un estraneo, preferiva che rimanesse in famiglia, sempre meglio di un altro. Sembrava quasi un sacrificio che facesse Riccardo; a prendersi la ragazza che era stata di suo cugino. Franca era bionda, capelli lisci e lunghi, non molto alta, magra ma non troppo; le forme erano tonde e floride. Riccardo si getta in quest’avventura per orgoglio e per il gusto di una sfida, come ogni diavolo non può accettare la sconfitta. Alla fine Riccardo riesce a far colpo su Franca. Riccardo riesce a farla sua, anche se non in modo definitivo. Riccardo non riuscirà mai ad amare la donna che era stata di suo cugino, non per fare un torto al cugino, ma perché a Riccardo potrebbe seccare il fatto di cacciare il discorso sulla relazione passata tra i due. Riccardo ha solo interesse a prendere possesso dell’anima di Franca e di accumulare più potere, non gli importa nulla di Franca. Riccardo vede in Franca solo un modo per battere suo cugino, e cercare di convincerla nel più breve tempo possibile, anche perché Riccardo sa che Franca di lui si fida, punto di forza che Riccardo può sfruttare a proprio vantaggio. Un po’ alla volta, Riccardo e Franca diventano amanti, soprattutto si crea tra i due una grande complicità ed un’intimità che prima non ci sarebbe potuta essere. Così, Riccardo sfrutta il fattore fiducia per avvicinare a sé la bella Franca. Franca non prova indifferenza per Riccardo, anzi scopre che è molto meglio di suo cugino Michele, e che se lo avesse saputo prima, lei a Michele lo avrebbe messo da parte. Tra Riccardo e Franca si crea una confidenza solida e senza limiti, raccontandosi anche i segreti più profondi. Franca ammira molto Riccardo, perché ha notato il suo coraggio di tentare di amarla e di dimenticare che lei era stata la ragazza di suo cugino Michele, creare un rapporto su un rapporto già esistente e quasi indifferente, era da considerare e da ammirare. La fiducia era la base dell’inizio della loro storia; anche perché Franca era sicura e si aspettava che prima o poi Riccardo avesse voluto dimostrare di essere meglio del cugino Michele. Franca aveva notato che Riccardo fosse meglio di Michele; sia come comportamento, come aspetto, come modo di apparire, e soprattutto come modo di parlare. Franca aveva notato la nobiltà di Riccardo, cose di cui Michele era totalmente sprovvisto. Franca considerava Riccardo come un giovane principe affascinante, misterioso, pieno di vitalità, di voglia di vivere, di amare ed essere amato. Senza sapere che Riccardo fosse per davvero un principe, ma non nel senso di nobiltà, ma come capo di un regno di terrore e potere occulto. Franca non avrebbe mai saputo che Riccardo fosse “il divoratore di anime”, e che lui avrebbe cambiato il mondo a sua immagine, per stare meglio lui e far stare meglio i suoi simili Sin Alma. Franca non avrebbe mai potuto comprendere e condividere soprattutto un piano così egoista, tenebroso, surreale, pericoloso, intollerabile, sanguinario e totalmente crudele e spaventoso nel suo orrore. Già, Riccardo avrebbe riunito tutte le forze del male per capovolgere il mondo e i Sin Alma da minoranza emarginata, sarebbe diventata la razza prevalente e autoritaria.

(Visited 12 times, 1 visits today)