‘Il riscaldamento globale è il nostro nemico numero uno’. L’allarme di Luca Parmitano. Dallo spazio le conseguenze sono evidenti

l riscaldamento globale è il nemico numero uno, parola di Luca Parmitano che durante la sua prima conferenza stampa dalla Iss, organizzata dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa) presso il Museo Nazionale della Scienza e Tecnica “Leonardo da Vinci” di Milano, ha dichiarato che la situazione climatica, anche da lassù, è preoccupante.

Parmitano, che rimarrà nello spazio 200 giorni nell’ambito della missione Beyond, è preoccupato per il Pianeta.

“Negli ultimi 6 anni ho visto deserti avanzare e ghiacci sciogliersi. Spero che le nostre parole possano essere condivise per allarmare davvero verso quello che è il nemico numero uno di oggi”.

Si è quindi rivolto ai leader dei vari paesi dichiarando che dovrebbero fare tutto il possibile per cambiare le cose e migliorare la situazione, se non invertirla, prima che sia troppo tardi.

Ma per fortuna dallo spazio non sono mancate le buone notizie. Parmitano, che a settembre diverrà il comandante della stazione, prima volta per un italiano, ha affermato che il suo primo obiettivo sarà la sicurezza dell’equipaggio e che si impegnerà sul fronte comunicazione, a bordo e a terra. L’astronauta ha fra l’altro un profilo twitter molto seguito, in cui pubblica tutti gli aggiornamenti dallo spazio.

Ed è proprio su Twitter che Parmitano ci permette di sbirciare nello spazio attraverso il suo diario di bordo: negli ultimi giorni ha pubblicato sue foto a testa in giù con un visore durante l’esperimento Vection sulla percezione di spazio e movimento tramite la realtà virtuale. E ancora manovre sulle nuvole, immagini della Soyuz MS13 che lo ha portato sulla Iss, foto che lo ritraggono insieme ai colleghi e molto altro ancora.

(Visited 9 times, 1 visits today)