• Mar. Nov 24th, 2020

Ciadd News Radio e TV

Per info tel 320 221 74 20 e-mail ciaddsrl@gmail.com

Il vescovo di Matera: “Ai profughi le case sfitte”

DiPaul Polidori

Ott 18, 2016

Un appello affinché “anche pochi profughi” siano ospitati “in alcune delle tantissime case sfitte presenti sul nostro territorio”, è stato lanciato lunedì al clero e ai fedeli dall’arcivescovo di Matera-Irsina, monsignor Pino Caiazzo. Nella lettera il presule ha ringraziato sacerdoti, religiosi e religiose e i fedeli laici “per quanto avete fatto e state facendo” per accogliere coloro che fuggono “da Paesi in guerra, affamati e senza più niente”.

La chiesa locale ha accolto 12 persone nel santuario della Palomba, esempio che, secondo il presule, dovrebbe essere seguito da chiunque abbia disponibilità. “Il prefetto di Matera – scrive il Vescovo – è in seria difficoltà per l’accoglienza nei nostri comuni”. Insomma, bisogna aiutare l’invasione. La conclusione è nel segno del più vivo “buonismo”, che come sempre non distingue tra chi scappa veramente dalla guerra (e i dati ufficiali dicono trattarsi di un’estrema minoranza, intorno al 5% secondo le ultime statistiche) e chi invece sbarca in Italia per migliorare la propria condizione economica: “Storie di uomini, donne, giovani, bambini davanti a cui e’ impossibile non piangere o rimanere indifferenti”. Chissà che cosa ne pensano i fedeli lucani, che vivono in una regione con già tantissime difficoltà. Ma forse, secondo certi vescovi, l’Africa intera in Basilicata ci sta…

 

1476265910383-jpg-il_vescovo_di_matera___ai_clandestini_le_case_sfitte_

http://www.ilpopulista.it/news/11-Ottobre-2016/5818/il-vescovo-di-matera-ai-clandestini-le-case-sfitte.html

 

(Visited 18 times, 1 visits today)